Curcuma: benefici. Ecco l'elenco completo

Curcuma: benefici. Ecco l’elenco completo

Salute

Curcuma: benefici. Ecco l’elenco completo

Curcuma: benefici. Ecco l'elenco completo
Curcuma: benefici. Ecco l'elenco completo

Curcuma: è al primo posto tra gli additivi alimentari secondo le stime dell’Unione Europea. Posto plurimillenario nella medicina Ayurvedica

Curcuma, detta anche zafferano delle Indie(per il colore giallo), è una spezia ampiamente usata per lo più nella cucina indiana, medio-orientale e tailandese. Il nome trae origine dal sanscrito; in polvere, la curcuma è uno degli ingredienti del masala, l’equivalente orientale del curry. In Italia, la si usa per preparare alcune bevande. Ma ha un vasto impiego nell’industria alimentare. Per preparare yogurt, gelati, dolci e biscotti, ma anche per salse e popcorn. Nella medicina Ayurvedica(=conoscere la vita) la curcuma ha importanti benefici sul corpo: depura, è un digestivo e combatte disturbi del fegato, ma non solo.

Curcuma: benefici principali sul metabolismo

Uno dei principali benefici è legato al suo potere antiossidante. Frena la crescita delle cellule tumorali addirittura fino alla loro completa eliminazione. La curcuma svolge poi un’azione disintossicante e depurativa del fegato.

Tanto che i medici ne consigliano l’uso a soggetti che abbiano abusato di alcool e/o farmaci. Ma anche in casi di digestione lenta, cirrosi ed epatite. Per finire, la spezia ha apprezzabili benefici sulla pelle. E’ efficace per guarire ferite: siano esse cicatrici, scottature o punture di insetti. La sua azione depurativa della pelle, poi, fa sì che la si usi in presenza di epidermide grassa e acne.

Curcuma: il suo impiego nella medicina Ayurvedica

Per le sue grandi proprietà, la curcuma ha stimolato l’interesse della Scienza occidentale. In particolar modo, in ragione del basso tasso di mortalità di tumori in India: fatto, questo, che i medici hanno attribuito alle potenzialità di questa spezia. La curcuma è infatti ampiamente usata, soprattutto in una particolare medicina, quella Ayurvedica. Medicina finalizzata a migliorare e allungare la vita dell’uomo in una dimensione di armonia con la natura. L’argomento di partenza di questa “filosofia del corpo”, per così dire, considera l’uomo come parte integrante della natura.

Come tutte le forme viventi, l’uomo (che non è quindi in una posizione superiore o privilegiata, come nella nostra Cultura) deve seguire alcune regole. Valide, sia nel campo della salute/malattia, che in quello della cura/prevenzione e della vita/morte. La malattia è spiegata come un rapporto di squilibrio tra l’uomo e l’ambiente.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche