Da 50 anni disegna la mappa di un paese che non c’è COMMENTA  

Da 50 anni disegna la mappa di un paese che non c’è COMMENTA  

Il mondo è pieno di stranezze, questa che vi raccontiamo riguarda un uomo, il cui nome è Jerry Gretzinger, che ha trascorso gli ultimi cinquanta della sua vita in un’attività alquanto originale: disegnare la mappa di un paese immaginario. Quando ha cominciato questo “lavoro” non immaginava che si sarebbe evoluto e sviluppato raggiungendo le dimensioni attuali. “La mappa è iniziata come uno scarabocchio. Ho iniziato a fare dei piccoli rettangoli, poi li ho riempiti di crocette. Ad un certo punto ho aggiunto un fiume e delle stazioni. Poi ho finito lo spazio sul foglio, ne ho tirato fuori uno nuovo e l’ho affiancato. E’ lì che mi sono accorto che aveva una specie di vita propria”, racconta l’uomo.


Inizialmente Gretzinger ha agito seguito l’istinto che gli diceva di aggiungere foreste, fiumi, cimiteri, aeroporti per poi modificare e correggere le mappe in base alla crescita della popolazione immaginaria.

Ora l’inventore delle mappe immaginarie ha messo a punto un sistema in base al quale apporta le modifiche estraendo una carta dal mazzo e seguendo le istruzioni che vi sono scritte.

“E’ come se non fossi l’autore, ma solo l’osservatore”, dichiara soddisfatto Gretzinger.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*