Da domani saldi al via anche a Milano

Milano

Da domani saldi al via anche a Milano

Saldi

Un momento particolarmente atteso da tutti gli amanti dello shopping è costituito certanente dai saldi che permetterà di fare acquisti di prodotti che magari si sognavano da tempo ma che nei mesi precedenti erano troppo cari e che solitamente vede letteralmente presi d’assalto soprattutto i negozi delle griffe dei grandi stilisti.

Anche i negozi milanesi saranno coinvolti nelle svendite e secondo un’indagine effettuata dalla Confcommercio di Milano in questa tornata estiva la percentuale media di sconto sarà pari al quaranta per cento, mentre per ottenere prezz ancora più bassi sarà necessario attendere le prossime settimane. Rispetto allo scorso anno, però, la crisi avrà un’influenza anche sui saldi visto che il potere d’acquisto da parte di molte famiglie è certamente diminuito e per questo anche diversi milanesi hanno deciso di abbassare il budget destinato agli acquisti che dovrebbe essere di poco superiore ai 170 euro a persona.

I negozianti hanno ovviamente grosse speranze sulla possibilità di guadagnare grazie ai saldi, anche se le previsioni non sembrano essere particolarmente ottimistiche dato che con ogni probabilità si potrà recuperare solamente in parte la liquidità che compenserà il periodo autunnale.

Gli avvertimenti rivolti ai consumatori prima di procedere con le spese sono quelli che solitamente vengono lanciati in questa occasione e per questo è importante soprattutto verificare che sul cartellino del prezzo venga indicato sia quello in saldo sia quello senza sconto in modo tale che venga dimostrato che non si tratta di un “avanzo” delle stagioni passate. Ogni negozio sarà inoltre tenuto ad effettuare il cambio di merce che presenti dei difetti nascosti o per mancato gradimento, ma se dovesse mancare la taglia adatta ci sarà la possibilità di ricevere un buono acquisto del valore pari all’importo speso e dovrà essere speso entro i prossimi centoventi giorni dalla data di emissione dello scontrino fiscale.

Immagine tratta dal sito www.stylosophy.it

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche