Da dove è partita epidemia ebola COMMENTA  

Da dove è partita epidemia ebola COMMENTA  

0

Il 2014 sarà ricordato anche come l’anno in cui è scoppiata la grande paura per l’ebola, una malattia virale fulminante che in pochi mesi ha causato la morte di circa 8 mila di persone. Questa malattia si presenta con la comparsa di una febbre emorragica che fa salire rapidamente la temperatura, insieme a cefalea e sensazioni di vertigini, alla fine la morte del paziente avviene per dissanguamento in pochissimi giorni. La malattia nasce nell’Africa occidentale, dove gli ultimi focolai dell’epidemia si erano registrati tra gli anni 70′ e 80′, ma come mai la malattia si è ripresentata con una tale veemenza?

Un gruppo di ricercatori della facoltà di medicina di Berlino, credono di avere identificato l’origine di questa nuova ondata di infezione nel primo paziente che ha contratto il virus nel 2013, il cosiddetto “paziente zero”. Si tratta del piccolo Emile Ouamouno, un bambino di due anni abitante di un paesino della Guinea (Meliandou), che sarebbe stato contagiato mentre giocava vicino ad un albero abitato da una colonia di pipistrelli della frutta. Il contagio, quindi, sarebbe portato da animali come i pipistrelli, che a loro volta si ammalano a causa dei contatti con le scimmie.


Il virus verrebbe in contatto con gli uomini in quanto le popolazioni della Guinea sono solite mangiare la carne dei pipistrelli della frutta. per questi motivi le autorità locali hanno severamente vietato la caccia di questi animali, ma l’epidemia si era ormai diffusa rapidamente anche in altre vicine nazioni.


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*