Da marzo a giugno: Cultura, Gusto e Vino nella capitale delle Langhe

Attualità

Da marzo a giugno: Cultura, Gusto e Vino nella capitale delle Langhe

Alba – Porte aperte alla mostra “Portraits” di Paolo Galetto fino al 19 maggio 2013 nella Chiesa di San Domenico ad Alba. 32 “portraits” originali di piccolo formato già pubblicate nel tempo su altrettante pagine culturali del quotidiano “La Stampa” dialogano con le loro gigantografie su tessuto di seta realizzate attraverso uno speciale processo di stampa digitale con colori e sfumature riprodotte alla perfezione dalla Miroglio Textile. La mostra a cura di Fortunato D’Amico ha l’allestimento scenografico dell’architetto Danilo Manassero ed è frutto della collaborazione fra il Comune di Alba e il Gruppo Miroglio.
Riporta i ritratti in acquerello di 32 personaggi della cultura italiana ed internazionale: Norberto Bobbio, Natalia Ginzburg, Salman Rushdie, Primo Levi, Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini, Paul Auster, Umberto Eco, solo per citarne alcuni. Centrale il ritratto di Beppe Fenoglio. Nell’ambito delle celebrazioni per i novant’anni dalla nascita e i cinquanta dalla scomparsa, lo scrittore albese occupa un posto d’eccezione e d’onore e numerosi incontri lo ricorderanno con appuntamenti nella Chiesa San Domenico nei quasi due mesi di permanenza della mostra.

Si comincia il 6 aprile alle ore 21,15 con un concerto della stagione di musica da camera. Poi, l’11 aprile alle 21 un incontro letterario con l’attore Beppe Rosso, lo scrittore e giornalista Piero Negri Scaglione e Mauro Bersani della Casa Editrice Einaudi. Il 20 aprile, alle ore 18, Alessandro Baricco, grande estimatore del nostro scrittore, terrà un incontro/lezione su Fenoglio, mentre il 18 maggio, il giorno prima della chiusura della mostra, alle ore 18,30 Paolo Galetto eseguirà una performance artistica. Altri appuntamenti, sempre dedicati a Fenoglio, sono in corso di programmazione e saranno via, via comunicati. Tutti gli appuntamenti serali sono ad ingresso libero.

La mostra è stata inaugurata mercoledì 27 marzo scorso. Sono intervenuti l’autore Paolo Galetto accanto al priore di Bose Enzo Bianchi, lo scrittore e giornalista de “La Stampa” Piero Negri Scaglione, la figlia dello scrittore Beppe Fenoglio, Margherita, Carlo Callieri del Gruppo Miroglio e il curatore della mostra Fortunato D’Amico.
A fare gli onori di casa l’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Alba Paola Farinetti insieme al Sindaco Maurizio Marello.

«In questi tre anni – ha dichiarato il Sindaco Marello – abbiamo lavorato molto per estendere la stagione turistica e per incrementare il numero di presenze nella nostra città.

Presenze straordinarie l’anno scorso e per quest’anno le associazioni competenti riferiscono prenotazioni quasi al tutto esaurito. Quest’anno “Primavera di Bellezza” perché per noi questo è l’anno fenogliano per eccellenza. Questa mostra rappresenta un inizio molto significativo di una stagione che parte adesso e durerà fino a maggio, giugno. Poi, partirà la stagione estiva e successivamente la stagione del tartufo. Fino a poco tempo fa avevamo solo una stagione: il periodo della Fiera del tartufo. Poi è arrivata l’esperienza di Vinum, esperienza che abbiamo tutt’oggi legata al vino ma circoscritta solo ad un fine settimana. Negli ultimi anni si è lavorato molto creando un lungo periodo primavera incentrato su tre aspetti: il vino, il gusto ma anche la cultura. Questa mostra ne è un segno. E’ destinata ai turisti ma anche ai nostri concittadini per una crescita umana e sociale. Il cuore di questa esperienza culturale è la Chiesa di San Domenico. Questa straordinaria architettura si presta moltissimo ad ospitare queste opere e quest’anno ospita un’arte antica molto particolare e molto interessante».

«Il 27 marzo 2013 – ha affermato l’Assessore Farinetti – è un giorno decisamente importante per la nostra città.

Non solo per il consiglio comunale atteso da oltre dieci anni e l’approvazione del nuovo piano regolatore cittadino, ma anche per la doppia inaugurazione che ha ufficialmente dato il via alla nostra “Primavera di Bellezza”. Siamo partiti dal Centro Studi Beppe Fenoglio rivelando l’opera inedita di Valerio Berruti che raffigura un Fenoglio ragazzino, tra i compagni, ma già partigiano nel cuore. Casa Fenoglio, ha ora un nuovo spazio dedicato ai ritratti del nostro scrittore più amato, che merita di essere visitato. E poi una bellissima inaugurazione, partecipata e vissuta, ha accolto la grande mostra di Paolo Galetto nella Chiesa di San Domenico dove Fenoglio ha guadagnato nuovamente un posto d’onore, accanto ad altri grandi personaggi della cultura italiana e internazionale. La mostra Portraits rappresenta arte nell’arte, l’allestimento così particolare e integrato perfettamente nell’architettura e con i colori della chiesa, diventa esso stesso un’opera d’arte molto suggestiva e regala agli originali di Galetto una nuova vita.

Ringrazio il Gruppo Miroglio per il supporto e la collaborazione attiva, spero che in tanti vogliano scoprire gli ormai noti acquerelli dell’artista riprodotti su grandi tele di seta in uno straordinario allestimento dell’architetto Manassero. E un grazie va ovviamente a La Stampa con la quale abbiamo collaborato molto positivamente per giungere a questo importante risultato. Mi piace pensare che anche Fenoglio, lui pur così solitario e schivo, pochi e scelti gli amici, sarebbe orgoglioso di questa “Primavera di Bellezza”».

“Portraits” di Paolo Galetto
fino al 19 maggio 2013 nella Chiesa di San Domenico
martedì – venerdì dalle 14,30 alle 18,30
sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19
ingresso con contributo di 2€, gli appuntamenti serali sono ad ingresso gratuito

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...