Daccò ammette: pagai le vacanze a Formigoni COMMENTA  

Daccò ammette: pagai le vacanze a Formigoni COMMENTA  

20120526-104955.jpg

Milano – Pierangelo Daccò, imprenditore al centro dell’inchiesta sul crac finanziario del S. Raffaele, davanti ai giudici vuota il sacco e ammette di aver pagato le famose e lussuose vacanze del presidente della Regione Lombardia Formigoni.

Il faccendiere, dunque, smentisce, Formigoni che ha sempre affermato di aver pagato i viaggi di piacere di tasca propria. Lo yacht “Ad Maiora” e il personale di bordo, era a completa disposizione di Formigoni tutte le estati.

Una disponibilità che andava da giugno a settembre. I costi per le vacanze di Formigoni erano alti, parliamo di centinaia di migliaia di euro. Non solo vacanze in barca ma anche capodanni esotici.

Formigoni si è recato per tre anni alle Antille per festeggiare il capodanno a bordo di un jet privato. Anche in questo caso, riferisce Daccò, Formigoni non ha sborsato un solo euro.

L'articolo prosegue subito dopo

È evidente che uno tra Formigoni e Daccò mente. Sulla vicenda, però, l’imbarazzo del presidente della Regione Lombardia sembra evidente.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*