Dagospia : Firenze low-cost grazie a Renzi ?

Firenze

Dagospia : Firenze low-cost grazie a Renzi ?


Secondo Dagospia il primo cittadino di Firenze, Matteo Renzi, avrebbe varato il progetto di un hotel low-cost in partnership con Grandi Stazioni, che metterebbe a disposizione della città un edificio tra la stazione di Santa maria Novella e la Fortezza Da Basso, in posizione quindi alquanto strategica. Pare che il prezzo del pernottamento dovrebbe essere di 10 euro a notte, proprio per invogliare un turismo low-cost di cui Firenze sembra essere carente, visto il costo della vita.

4 Commenti su Dagospia : Firenze low-cost grazie a Renzi ?

  1. Onestamente mi sembra una bufala. Il motivo? E’ senza dubbio, forse più di Venezia, la capitale del turismo low-cost e mordi-e-fuggi. Cara è cara, ma la qualità che offre è bassissima. Il problema semmai è proprio nella scarsezza di standard qualitativi elevati. Di turisti poi ce ne sono già troppi a calpestare i ricordi di belle piazze divenute ormai polverose cementiere.

    • Non credo tu abbia bene in mente il significato della parola low-cost Firenze non ci sia proprio nulla, visto il prezzo medio degli alberghi e la presenza di al massimo un paio di ostelli. L’ aeroporto di Firenze non offre voli a basso prezzo, anche se Pisa è vicina. Gli affittacamere sono generalmente sudici e a prezzi esagerati. I ristoranti in centro sono per la maggior parte accalappituristi, ovvero prezzi alti e scarsa qualità. Magari avendo più possibilità di alloggiare a basso prezzo (certo non basterebbe un albergo) i turisti potrebbero stare e spendere più a lungo.

  2. Purtroppo ne ho un’idea… e onestamente non mi sembra questa la soluzione per far riemergere Firenze ma il sindaco non sono io. Piuttosto vorrei che la città non puntasse tutto sempre e solo sul turismo. Nel mondo ci sono molte alternative e tutte molto appetibili. Ma che coltivasse anche altre realtà. Anche perchè a Firenze le famiglie e molte altre persone non vivono certo per merito del turismo, anzi, lo subiscono violentemente.

    • Su questo son d’ accordo con te. Ma se il turismo oltre allo sporrco può portare anche lavoro, perche no ! Per quel che riguarda l’ industria, credo che si possa fare fino ad un certo punto. Essendo quindi Firenze una città d’ arte come può essere Venezia, perchè non sfruttare la cosa intelligentemente ? Come per il discorso della firenze Card…si cerca d’ allinearsi per lo meno on le altre città euroee

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche