Dal Louvre a Roma COMMENTA  

Dal Louvre a Roma COMMENTA  

Dopo ben 203 anni, 65 sculture di epoca romana, ospitate in questi due secoli nella sezione archeologica del Louvre, torneranno a Roma, nella loro originaria cornice di Galleria Borghese, da dove vennero sottratte da Napoleone, scatenando tra l’altro le ire di Antonio Canova.

Bonaparte pagò l’incredibile cifra di 15 milioni di franchi al principe Camillo Borghese per avere i pezzi migliori tra quelli che adornavano la già allora “villa più bella del mondo”, cifra che pagò solo in parte.

Le 65 sculture faranno parte della nuova mostra “ I Borghese e l’Antico” che si terrà nell’omonima Galleria fino al 9 aprile. Tra le opere ci saranno l’Ermafrodito, che fu restaurato da un giovane Bernini, la Venere Marina e l’Iside.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*