Danimarca, bambini Down abortiti per eliminare la malattia

Esteri

Danimarca, bambini Down abortiti per eliminare la malattia

Secondo un articolo del quotidiano danese Berlinske, entro il 2030 la sindrome di Down (o trisomia 21) scomparirà dalla Danimarca grazie alla diagnosi prenatale. Un’ottima notizia, un sogno. Peccato che, perchè questo sogno si avveri, si intendano uccidere tutti i feti affetti da tale patologia. Bambini, futuri uomini e donne, avverte Josephine Quintavalle, la più nota esponente laica del movimento pro-life britannica.

Meglio sarebbe, suggerisce quest’ultima, utilizzare la diagnosi prenatale per curare i bambini con la sindrome di Down, come fece Jérôme Lejeune, lo scienziato che la scoprì.

Josephine Quintavalle denuncia che in Inghilterra la legge consente l’aborto fino al nono mese nel caso in cui il bambino abbia il labbro leporino o un dito in più. Di questo passo dove si finirà, se si vorrà eliminare ogni disabilità e anomalia fisica?

4 Commenti su Danimarca, bambini Down abortiti per eliminare la malattia

    • Molto meglio mettere al mondo persone con problemi già alla partenza, vero?
      Mi risulta che la legge permetta e non obblighi. Chi vuole coscientemente mettere al mondo un figlio che si sentirà diverso, che avrà più problemi di altri a trovare un partner, un lavoro, una vita felice, faccia pure: chi glielo impedisce?
      I nazisti non chiedevano permesso: ti sembra la stessa cosa?

  1. “dove si finirà, se si vorrà eliminare ogni disabilità e anomalia fisica? ”
    c’è scritto da qualche parte che sarà imposto l’aborto con la forza alle madri che vogliono tenersi il figlio malato? No, e allora non diciamo eresie, dare la liberttà di scegliere ai genitori non vuol dire imporre un bel niente. A meno che non si sia schiavi dentro, e quindi si prende ogni legge come un obbligo, perchè non si è minimamente autonomi e capaci di scegliere con la propria testa.

  2. postulo un inferno dantesco in cui chi ricorre all'aborto sia condannato ad essere un aborto affetto da sindrome down

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche