Danni ambientali, arrestati vertici E.On COMMENTA  

Danni ambientali, arrestati vertici E.On COMMENTA  

Circa dieci minuti fa è stato reso noto che la Guardia di Finanzia ha dato avvio ad un’operazione contro il colosso energetico tedesco E.On.
Sembra infatti che la centrale termoelettrica di Fiume Santo, a Porto Torres in provincia di Sassari, non rispetti tutte le normative europee in ambito di protezione ambientale. Al contrario è accusata proprio di grave inquinamento ambientale. Ad dare avvio ad arresti e misure interdittive è stata la Procura di Sassari che contesta l’inosservanza di diverse prescrizioni impartite dal Testo Unico dell’ambiente.

Tra i primi a finire in manette ci sarebbe il direttore dello stabilimento Marco Bertolino. L’arresto è avvenuto all’aeroporto di Alghero, fermato poco prima di salire a bordo.


Era Dicembre quando il gruppo aveva annunciato che il futuro del colosso tedesco si sarebbe “tinto di verde”. Dopo che la Germania aveva deciso l’abbandono del nucleare il colosso energetico tedesco E.on era stato costretto a riorganizzarsi e – a seguito della comunicazione della “Madre Patria” – il gruppo aveva dichiarato: “E.on si concentrerà sulle energie rinnovabili, sulle reti di distribuzione e sulle soluzioni per i clienti”.

Cosa ne è stato di questo progetto?

 

 

Leggi anche

About Enrica Marrelli 457 Articoli
Laureata in Teoria della Comunicazione e Comunicazione Pubblica presso l'Università della Calabria. Amo la lettura ma mi appassiona anche il grande e il piccolo schermo.
Contact: Facebook

1 Trackback & Pingback

  1. Danni ambientali, arrestati vertici E.On | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*