Morte Dario Fo, Renato Brunetta lo insulta “a me non piaceva” COMMENTA  

Morte Dario Fo, Renato Brunetta lo insulta “a me non piaceva” COMMENTA  

Renato Brunetta insulta Dario Fo
Renato Brunetta insulta Dario Fo

Renato Brunetta insulta Dario Fo: “a me non è mai piaciuto”.

Muore all’età di 90 anni il Premio Nobel per la lettura nel 1997 per problemi polmonari. C’è chi tuttavia non ha dimostrato tristezza e cordoglio. Renato Brunetta, infatti, è stato pronto a insultarlo: “a me non piaceva”.

Queste le parole del politico Brunetta dopo la morte di Dario Fo, avvenuta il 13 ottobre 2016:  «Quando muore una persona, ovviamente, cordoglio. Però, nessuna ipocrisia. Dario Fo non mi era mai piaciuto, l’ho considerato sempre un uomo violentemente di parte, un uomo che violentemente ha diviso il Paese».


Il capogruppo FI alla Camera ha dichiarato ai microfoni di Radio Anch’io su Radio Uno: “Ricordo le polemiche che ci furono quando gli venne assegnato il Nobel. Nessuna ipocrisia, io non sono un ipocrita.

Nei miei confronti si è espresso in maniera razzista, facendo riferimento alla mia altezza, per esempio. E questo lo dico con grande amarezza e con grande dolore”.

“Penso che un premio Nobel, un grande uomo come viene descritto non doveva far polemiche con avversari politici usando questi strumenti o questi schemi mentali.

Io dico pace all’anima sua, onore a Dario Fo che è morto, perché sono diverso da lui e sono diverso dalla sua cultura”

Dario Fo aveva parlato del ministro in un’intervista al programma radiofonico “La Zanzara” di Radio 24 “Brunetta che giura da ministro? La prima cosa che faccio è cercare un seggiolino per poterlo mettere a livello, all’altezza della situazione.

L'articolo prosegue subito dopo

Oppure meglio una scaletta, così se la regola da sé.”

Renato Brunetta si è unito al cordoglio per la morte del premio Nobel, manifestando però la sua personale opinione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*