Data scadenza ritenute alla fonte Irpef ottobre 2015 COMMENTA  

Data scadenza ritenute alla fonte Irpef ottobre 2015 COMMENTA  

Cos’è l’Irpef e a cosa si applica? L’Irpef, o meglio l’Imposta sui redditi delle persone fisiche è una tassa che in Italia si paga  sui redditi ed è tra le principali entrate alle casse dello Stato. L’Irpef è un’imposta personale che viene calcolata in base al reddito percepito sia dal lavoratore dipendente, sia dal pensionato o dal lavoratore autonomo nell’arco dell’anno di competenza, ovvero si riferisce sempre ai redditi dell’anno precedente alla dichiarazione.


Per i lavoratori subordinati, ovvero coloro che hanno sottoscritto contratto di lavoro a tempo determinato o indeterminato, il prelievo dell’Irpef è alla fonte, ovvero sarà prelevato mensilmente direttamente dalla busta paga; lo stesso vale per i pensionati. Mentre il lavoratore autonomo ogni anno, in sede di dichiarazione dei redditi, andrà a pagare l’imposta calcolata sempre in maniera progressiva in funzione dell’imponibile maturato e conseguito nel corso dell’anno precedente, per i pensionati sarà più o meno fissa.


Andando più sul tecnico, analizziamo le percentuali di calcolo Irpef da pagare sul reddito: la percentuale minima di Irpef è quella del 23% per redditi imponibili fino a 15 mila euro; per la parte eccedente i 15 mila euro, e fino a 28 mila euro, l’imposta sale al 27%; mentre è del 38% per la parte eccedente i 28 mila euro e fino ai 55 mila euro, mentre dai 55 mila e fino ai 75 mila euro si paga il 41% di Irpef. L’ultimo scaglione di reddito è invece quello oltre i 75 mila euro, la percentuale di Irpef  da pagare è del 43%.

Bisogna ora specificare cos’è il reddito imponibile, ovvero il risultato della sottrazione tra il proprio reddito netto complessivo e tutti gli oneri deducibili, a partire da quello – qualora si fosse proprietari –  dell’abitazione principale; il risultato della sottrazione è quindi un’Irpef lorda ricavata in maniera progressiva applicando gli scaglioni sopra descritti. Per calcolare poi l’Irpef netta il contribuente dovrà poi presentare in sede di dichiarazione dei redditi tutte le spese detraibili ed ammesse.


Come detto sopra l’Irpef è un’imposta che si paga in busta paga, di conseguenza ha una scadenza, la quale decorre nel mese di ottobre, nello specifico in data 16 ottobre. La scadenza delle ritenute alla fonte Irpef che si riferiscono al mese di settembre, per redditi da lavoro autonomo, compensi ai collaboratori e stipendi ai dipendenti.

About Maria Aufiero 172 Articoli
Traduttrice Freelance dal 2013, appassionata di arte, cultura e scrittura

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*