Data strage Rapido 904 COMMENTA  

Data strage Rapido 904 COMMENTA  

rapido-904

Sono le 19:08 del 23 Dicembre 1984. Sul treno rapido Napoli-Milano, particolarmente pieno di persone che si spostano in occasione delle festività, scoppia una bomba. A causa dell’esplosione muoiono quindici persone, e 267 restano ferite. Un altro morto si aggiunge in seguito per le gravi ferite riportate. La strage del Rapido 904 è ancora avvolta nel mistero. Per le modalità della strage furono in tanti a pensare allo stragismo eversivo, che tra l’altro imperversava in quegli anni. Molto probabilmente, però, come appunto emerse dopo in seguito alle inchieste aperte sulla strage, dietro quell’assurdo attentato vi era la complicità e la connivenza tra poteri criminali (mafia siciliana e clan camorristi), servizi segreti e poteri dello Stato.


In particolare, la vicenda è frutto del complotto tra i reggenti del clan camorrista Giuseppe Misso con Massimo Abatangelo (caporione partenopeo della destra neofascista) e il mafioso Pippo Calò.

La giustizia ha identificato i mandanti della strage e chiarito le motivazioni alla base del gesto, ma non è riuscita a far luce sugli esecutori e le conseguenze politiche che la strage ha avuto nella storia della Repubblica italiana.

I familiari delle vittime hanno creato un’Associazione, affinchè quel triste episodio non finisca nel dimenticatoio, come è successo per altre stragi che hanno funestato il nostro Paese.

L'articolo prosegue subito dopo

Il sito dell’associazione si chiama www.stragetreno904.com

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*