Data uscita film “Le leggi del desiderio” COMMENTA  

Data uscita film “Le leggi del desiderio” COMMENTA  

“Le leggi del desiderio sarà una forte commedia di costume intenzionata a prendere in giro questa società apparentemente fatta solo per vincenti che sta mettendo in secondo piano le nostre fragilità anche se proprio quelle sono la parte migliore dell’essere umano.”
Così parla il piccolo di casa Muccino del suo nuovo film Le leggi del desiderio, in uscita il 26 Febbraio 2015 nei cinema italiani.

Lontano dalla macchina da presa da cinque anni,( il suo ultimo lavoro è Un altro mondo-2006, mai particolarmente osannato né dalla critica né dal pubblico) Silvio parla della sua ultima opera da regista come di un’ora e cinquanta di grande intrattenimento.

Giovanni, protagonista della pellicola (alias lo stesso Muccino), è un trainer motivazionale, quelle figure dei nostri tempi considerati un po’ profeti e un po’ ciarlatani, che insegnano l’arte di ottenere ciò che si vuole. Per dimostrare la validità delle sue teorie, riserverà un trattamento gratuito a tre fortunati prescelti; garantirà infatti di portare al successo Ernesto,(Maurizio Mattioli),venditore porta a porta che sta finendo sorpassato dalle nuove generazioni, Luciana (Carla Signoris),casalinga a tempo pieno ma segretamente scrittrice di romanzi erotici, e infine Matilde (Nicole Grimaudo), personaggio emblematico che farà prendere al progetto di Giovanni una piega inaspettata.


Muccino dichiara di aver preso ispirazione per il film dalla figura di Anthony Robbins, life coach americano dedito da tempo a questa professione. Silvio dichiara però che il film è in verità riferito alla realtà italiana, quest’Italia in crisi che deve trovare la forza di recuperare, facendo attenzione più che al desiderare in sé stesso, a cosa realmente si desidera.

L'articolo prosegue subito dopo

E, a livello personale, ci ricorda che le nostre fragilità sono parte di ciò che siamo, la cosa che ci rende così unicamente ed umanamente imperfetti.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*