Data uscita, streaming e trama Che vuoi che sia COMMENTA  

Data uscita, streaming e trama Che vuoi che sia COMMENTA  

che vuoi che sia

Ecco una breve scheda e la trama del film Che vuoi che sia, per la regia di Edoardo Leo e che uscirà nella seconda settimana di novembre.

Che vuoi che sia è il nuovo film che vedremo presto al cinema per la regia dell’attore e regista romano, Edoardo Leo, scritto con Alessandro Aronadio, Renato Sannio e Marco Bonini. Un film che vede nel cast lo stessa regisa come protagonista, insieme ad Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Massimo Wertmuller, Bebo Sorti e Marina Massironi.

Leggi anche: Edoardo Leo, nuovo film: Che vuoi che sia


L’uscita del film è prevista per il 9 novembre. E’ stata scelta proprio la data di mercoledi proprio per aderire a Cinema2Day, l’iniziativa che consente di poter vedere film al cinema pagando solo 2 euro (valida solo per i secondi mercoledi del mese). I protagonisti del film sono Claudio e Anna, una giovane coppia che a causa dei problemi economici deve rimandare il sogno di poter avere un figlio. Claudio spera di poter risolvere i problemi economici grazie ad una piattaforma web, il crowfunding, un progetto originale che però non otterrà i risultati sperati.


In una serata di festa dove scorrono fiumi di alcol, Claudio ha l’idea di postare un video hard che riscuoterà grande successo sulla rete.

Cosi decide di offrire un proprio video hard girato con la moglie per verificarne i risultati sul web. Chi vedrà Che vuoi che sia scoprirà se l’idea di Claudio avrà avuto successo.

L'articolo prosegue subito dopo

L’appuntamento in tutti i cinema italiani è per il 9 novembre.

Leggi anche

messaggio_ricevuto
News

3 Dicembre 1992: 23 anni fa il primo sms della storia

Oggi si celebra il 23° “compleanno” degli sms. Infatti 23 anni fa, il 3 Dicembre 1992, veniva inviato il 1° messaggio della storia: “Merry Chrismas”, un auguro per il Natale ormai non troppo lontano. Lo spediva ad un collega un ingegnere inglese di nome Neil Papworth, che lavorava alla Vodafone. Ma non era ancora possibile inviarlo da un telefonino all’altro, così Papworth dovette usare il proprio personal computer. Si dovette attendere ancora un anno per fare altrimenti: lo fece un ragazzo finlandese, Riku Pihkonen, che era impegnato in uno stage alla Nokia. Il successo mondiale degli sms, in particolare tra gli adolescenti, si ebbe Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*