De Laurentiis: “Italia razzista!”. La Gazzetta: “Che rifletta sull’eliminazione del Napoli!”

Calcio

De Laurentiis: “Italia razzista!”. La Gazzetta: “Che rifletta sull’eliminazione del Napoli!”

De Laurentiis: "Italia razzista!". La Gazzetta: "Che rifletta sull'eliminazione del Napoli!"
De Laurentiis: "Italia razzista!". La Gazzetta: "Che rifletta sull'eliminazione del Napoli!"

De Laurentiis attacca la Gazzetta, “giornale del Nord e di parte”: la redazione gli ribatte, alcuni siti lo censurano e l’Ordine dei Giornalisti lo ammonisce.

A match concluso, Aurelio De Laurentiis ha parlato ai microfoni di Premium Sport, intervistato su Napoli-Real Madrid. “Non sono deluso dei ragazzi perchè stasera hanno giocato un primo tempo esemplare. E anche nel secondo, hanno dato il massimo. Il Real è il Real, del resto. Sono i campioni del mondo. Per noi, è già un successo aver potuto giocare con loro. I tifosi hanno sostenuto la squadra. Sarri? E’ un grande allenatore ed un esteta del calcio”.

Peccato che il patron non si sia accontentato soltanto di commentare la partita. Ha attaccato, senza mezzi termini, i giornali italiani e, in particolar modo, La Gazzetta dello Sport: “Visto che i giornalisti del Nord mi odiano e odiano il Napoli, si sono scagliati tutti contro. E hanno creato problemi.

Infatti, contro l’Atalanta abbiamo perso. La Gazzetta dello Sport è un giornale della Juventus. Siamo in una Repubblica democratica e dico quello che penso. Andare in altri stadi e sentire cose tipo ‘Vesuvio lavali col fuoco’ mi dà molto fastidio. E’ una chiaro segno che l’Italia è razzista. Una storia che va avanti dai tempi di Cavour”. Infine conclude, più calmo dopo lo sfogo: “A volte mi girano i tre minuti ma, al quarto, mi calmo”.

Pronte le risposte della Gazzetta dello Sport, del sito del Napoli e dell’Ordine dei Giornalisti.

A prendere posizione, nella redazione della Gazzetta dello Sport, è il giornalista Gianni Valenti. Il titolo è chirurgico: “Parole pericolose, la Gazzetta di tutti”. Puntuale la risposta del cronista: “Il presidente De Laurentiis avrebbe dovuto, prima di tutto, riflettere sull’eliminazione dalla Champions. E’ stato uno show triste e penoso. E non è la prima volta che accade. E’ il solito ritornello che intona quando le cose in casa Napoli non vanno bene.

Noi non cadiamo nell’ennesima provocazione, perchè siamo il quotidiano di tutti gli sportivi italiani”.

Sul sito ufficiale del Napoli, intanto,le dichiarazioni al vetriolo di De Laurentiis sono repentinamente scomparse. Era accaduta la medesima cosa a Madrid, quando le accuse al tecnico erano state quasi subito prudentemente cancellate.

Netta anche la presa di posizione anche da parte del segretario nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Paolo Pirovano e il consiliere della Federazione Nazionale della StampaPierfrancesco Gallizzi. Entrambi hanno definito le parole di De Laurentiis “Gravi e inaccettabili. Parole fuori luogo che fanno male al Napoli calcio, a Napoli città e all’Italia intera. Ci auguriamo tutti che, a freddo, De Laurentis chieda scusa”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche