De Luca contro De Magistris: Napoli è peggiorata

Politica

De Luca contro De Magistris: Napoli è peggiorata

De Luca contro De Magistris: Napoli è peggiorata

Scoppia la polemica per un fuorionda del presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in cui accusa il sindaco De Magistris di aver peggiorato Napoli.

Si è sollevato un polverone attorno al video nel quale il governatore campano Vincenzo De Luca riferisce al deputato PD Leonardo Impegno le parole che gli avrebbe detto il nuovo questore di Napoli, Antonio De Iesu, sul primo cittadino partenopeo, Luigi De Magistris. Il sindaco si dice esterrefatto da ciò che si vede e sente nelle immagini: “Attendo e spero che in serata arrivi una dichiarazione del Questore di Napoli. Non tanto in merito al giudizio sulla città che potrebbe essere personale, ma quando fa un passaggio dicendo che avrei governato come un pazzo”.

Nel video, un fuorionda, De Luca dice a Impegno che De Iesu avrebbe detto che dall’elezione di De Magistris la città di Napoli non solo non è cambiata, ma è addirittura peggiorata. Aggiungendo che il sindaco ha “governato come un pazzo“. Il presunto giudizio tranchant del questore sull’operato del primo cittadino è la scusa per De Luca per incalzare il deputato PD sulla necessità di prendere sempre più di mira la giunta partenopea. “Scegliamo quattro, cinque cose come punti di attacco, dobbiamo insistere in maniera ossessiva. E sul trasporto dei disabili non diciamo nulla? ma voi siete una banda di imbecilli”, dice il governatore a Impegno.

In merito al fuorionda è arrivata rapidamente una nota ufficiale del questore De Iesu, nella quale si precisa che “il contesto che ha caratterizzato l’incontro con il Governatore nel mio ufficio riguardava il sostegno espresso nei confronti delle forze di Polizia per i fatti dell’11 marzo a Fuorigrotta“. In riferimento ad essi, De Iesu ha espresso rammarico “per la mancata solidarietà offerta dall’amministrazione comunale in favore dei 27 agenti delle forze dell’ordine coinvolti negli incidenti”. Il questore ha negato di aver fatto considerazioni negative sul primo cittadino o sulla sua giunta, “consapevole delle difficoltà di amministrare una città complessa, anche dal punto di vista degli aspetti di criminalità ancora persistenti e per la circostanza che per dieci anni sono stato assente dal territorio”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...