Dead Island: la recensione di un fan

Videogiochi

Dead Island: la recensione di un fan


Quando si tratta di giochi di zombie, ci sono dozzine di opzioni là fuori. L’ampiamente popolare Left for Dead è una delle serie più affascinanti del genere. Detto questo, benché questo videogioco sia della stessa pasta di Left for Dead e Left for Dead 2, ha molti fattori interessanti che lo rendono unico.

Informazioni basilari/Trama

Il gioco è ambientato su un’isola dopo una violenta epidemia che colpisce improvvisamente l’isola resort di Banoi. I giocatori hanno il ruolo di ospiti del Royal Palms Resort, dove avevano in programma una vacanza da sogno, prima che scoppiasse l’epidemia. I giocatori sono obbligati ad abbandonare qualsiasi speranza di riposo e relax, per sopravvivere e respingere le orde di zombie. Io amo la trama di questo gioco. E’ del tutto originale, ma offre ancora tutto il divertimento e l’azione di un buon videogioco di zombie. Avete tutti gli elementi di un buon gioco di azione, l’intrigo, relazioni tra personaggi, storie passate per ciascuno di essi e altro ancora, ma dovete comunque concentrarvi sull’uccidere quanti più zombie possibile.

Anziché cercare di creare una trama unica, i creatori ne hanno creato una interessante e che permette a tutti i componenti del gioco di brillare. Spenderete la maggior parte del gioco a cercare di trovare un modo per sopravvivere abbastanza a lungo da arrivare sull’isola.

Specifiche

Il gioco offre il combattimento in prima persona nella mischia, che i cacciatori di zombie di vecchia data hanno imparato ad amare, la cooperazione di quattro giocatori, la personalizzazione delle armi, e tanto altro. Io personalmente apprezzo che gli zombie non siano solo un’orda di carnivori indistinti: ci sono diverse classi, specie e razze, ciascuna con le proprie forze e le proprie debolezze, quando si tratta di sconfiggerli. La cooperazione è forse una delle migliori caratteristiche di questo gioco, secondo me. Benché non si tratta di una caratteristica unica, il fatto che possiate unirvi ad alcuni dei vostri migliori amici, per sconfiggere i nemici, rende il gioco molto più interessante.

Io ero un grande fan della serie Left for Dead e sono rimasto in qualche modo deluso, quando ho visto che non era prevista la modalità multi-giocatore, tuttavia la modalità di cooperazione mi permette comunque di giocare spesso con i miei amici e con altri giocatori in giro per il mondo.

Il punto centrale della mischia in prima persona era un po’ difficile all’inizio, ma dopo un po’ è diventata una delle mie parti preferite del gioco. Ci sono missioni e ostacoli che dovete superare per andare avanti nel gioco, ma il fatto che il gioco sia incentrato sulla mischia, rende necessario l’elaborazione di una strategia e la comprensione dei punti forti e deboli dei vostri avversari. Il fatto che ci siano missioni e obiettivi rende facile stare concentrati sul fatto che questo gioco ha un obiettivo finale diverso dalla semplice distruzione di zombie. Mi piace molto anche la grafica, il sangue e le budella sono abbastanza macabri, senza essere talmente spaventosi da non farvi andare avanti, e lo scenario è avvincente e interessante.

Il gioco è fluido e ha delle transizioni carine, che rende facile e spesso desiderabile tenere un ritmo veloce. Questo gioco è incredibilmente coinvolgente e fa meraviglie nel catturare la vostra attenzione e nel tenere impegnati i giocatori.

Per ulteriori informazioni:
www.deadislandgame.com

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche