Il debito dell’Italia è sostenibile, secondo Mario Draghi

Economia

Il debito dell’Italia è sostenibile, secondo Mario Draghi

debito italia mario draghi

Il debito dell’Italia sarebbe sostenibile, secondo il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi in audizione all’Europarlamento.

Il presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi ha parlato davanti alla Commissione Economica dell’Europarlamento e ne ha approfittato per chiarire alcuni aspetti relativi alla situazione del debito di bilancio del nostro Paese.

Mario Draghi e le domande degli euro parlamentari sul debito italiano: è sostenibile, secondo il presidente della Banca Centrale Europea

Il presidente Draghi ha risposto a diverse domande degli euro parlamentari su questo argomento, chiarendo che “in generale, la sostenibilità del debito di un Paese dovrebbe essere dedotta dalla sua capacità e dalla sua volontà di rimborsarlo”. “Sotto entrambi gli aspetti”, ha poi proseguito il presidente della BCE, “il debito dell’Italia è sostenibile”.

Alto l’avanzo primario, alto però anche il rapporto fra Pil e debito pubblico

“Lasciatemi ricordare”, ha detto Draghi ai parlamentari presenti, “che l’Italia ha uno degli avanzi primari più elevati fra i paesi dell’Unione Europea”.

“I rendimenti”, ha aggiunto riferendosi ai titoli di Stato, “si sono normalizzati e la crescita economica dell’Italia si sta gradualmente riprendendo”.

Di certo, “questo non significa che ci sia spazio per compiacersi”, l’ammissione di Draghi, perché l’Italia “ha uno dei rapporti più elevati fra Pil e debito pubblico, quindi è vulnerabile agli choc”, ovvero, in altri termini, alle instabilità di qualsiasi natura sui mercati finanziari.

Importante rispettare gli impegni del patto di stabilità e aumentare la crescita economica

Da questo punto di vista, il presidente della BCE ha sottolineato che “è importante che l’Italia continui a rispettare i suoi impegni previsti nel patto di stabilità, tra i quali quello di avere un avanzo primario e soprattutto perseverare negli sforzi per le riforme strutturali”. Inoltre, “è molto importante aumentare la crescita economica in modo durevole, migliorando così in modo duraturo la sostenibilità del debito”, la considerazione conclusiva espressa da Draghi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche