Debito pubblico in rialzo nell’Eurozona: record negativo per l’Italia, peggio solo la Grecia

Economia

Debito pubblico in rialzo nell’Eurozona: record negativo per l’Italia, peggio solo la Grecia

Nonostante il rigore, la manovra lacrime e sangue ed i flebili segnali di ripresa segnalati dall’Istat, l’Italia registra un nuovo record negativo per quanto riguarda l’annoso problema del debito pubblico.

Secondo i dati forniti da Eurostat, il debito pubblico nel primo trimestre del 2012 aveva raggiunto il 123,7%% del Pil, per poi impennare fino al 126,1% riscontrato nel secondo trimestre, polverizzando l’asticella del deficit fissata nel 1995, quando il debito era “solo” del 120,9%.

Tra i paesi dell’Eurozona, il debito pubblico del Belpaese è secondo solo a quello della Grecia, lontanissimo (se questa fosse una gara a fare peggio) a 150,3% del proprio Pil e schizzato dal 136% delle misurazioni precedenti.

In ogni caso, è tutta l’Eurozona a vedere aumentato il proprio debito pubblico: tra aprile e giugno 2012 la media dell’Eurozona è passata dall’ 88,2% del Pil segnalato nel primo trimestre al  90% evidenziato nel secondo, mentre l’intera Ue è arrivata all’84,9% dall’83,5% registrato a marzo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...