DECRETO «SALVA ITALIA» COMMENTA  

DECRETO «SALVA ITALIA» COMMENTA  

Nell’ambito dei regimi opzionali previsti dal Legislatore per andare incontro ai soggetti interessati e, in particolare, agli aventi causa che, in conseguenza dell’effettuazione delle citate operazioni straordinarie si trovano a dover gestire un differente valore civilistico e fi scale dei cespiti acquisiti (nel caso in cui sugli stessi sia stata allocata contabilmente la differenza esistente fra valore effettivo riconosciuto e valore di bilancio presso il dante causa dei cespiti in parola), il D.L. 6.7.2011, n. 98, conv. con modif. dalla L. 15.7.2011, n. 111 ha esteso le disposizioni dell’art. 15, co. 10, D.L. 29.11.2008, n. 185, conv. con modif. dalla L. 28.1.2009, n. 2 [CFF _ 6219d] anche alle partecipazioni di controllo possedute: in particolare, mediante il pagamento di un’imposta sostitutiva pari al 16% può trovare riconoscimento (in tutto o in parte) agli effetti fi scali il maggior valore contabile di partecipazioni di controllo corrispondente ad avviamento, marchi d’impresa o ad altre immobilizzazioni immateriali della società acquisita, iscritti nel bilancio
consolidato, anziché nel bilancio d’esercizio, sempre che siano riferibili ai maggiori valori contabili delle partecipazioni
di controllo acquisite ed iscritte nel bilancio individuale per effetto di operazioni straordinarie o traslative.

SETTIMANA

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*