Decreto femminicidio a rischio COMMENTA  

Decreto femminicidio a rischio COMMENTA  

 

Rischia di slittare al 2 ottobre l’approdo nell’aula della Camera del decreto legge contro il femminicidio, approvato lo scorso 8 agosto dal Consiglio dei ministri, che introduce una serie di provvedimenti per combattere la piaga della violenza sulle donne. In tutto sono dodici gli articoli. Tra le misure adottate: arresto in flagranza per maltrattamenti e stalking, patrocinio legale gratuito per le vittime, via di casa il coniuge violento se c’è un rischio per l’integrità fisica della donna.

In corso il voto sugli emendamenti presentati, oltre 400. In bilico la conversione in legge del provvedimento, che deve avvenire entro il 15 ottobre.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*