Dehesa Valquejigoso 2010, Valquejigoso COMMENTA  

Dehesa Valquejigoso 2010, Valquejigoso COMMENTA  

In località Villamanta nella provincia di Madrid si trova la Bodega Valquejigoso, cantina che può contare sulle migliori tecnologie per la selezione delle uve, lavoro di estrazione per gravità e un laboratorio di ricerca sempre attivo sul terreno circostante; l’azienda può vantare circa trentotto ettari aziendali, dedicati per lo più alla coltivazione delle varietà internazionali di origine francese Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Petit Verdot, Merlot e Syrah, alle due simbolo della Spagna vinicola, Tempranillo e Garnacha, e per finire al Negral, una varietà autoctona del madrileno. Uno dei vini di punta dell’azienda è il Valquejigoso V2, un simbolo per la realtà di Villamanta, la cui annata 2008, costituita da un 57% di Cabernet Sauvignon, un 16% di Petit Verdot, un 11% di Tempranillo, un 9% di Cabernet Franc e per finire da un 7% di Negral, abbiamo degustato l’anno passato.

Leggi anche: Il nostro Paese è il primo produttore di vino al mondo, la Francia seppur con rammarico ammette il sorpasso


Quest’anno ci versiamo nel calice il Dehesa Valquejigoso, un nuovo vino che la cantina ha realizzato e che lancerà sul mercato a partire dalla vendemmia 2010, composto per un 37 % Cabernet Sauvignon, 25 % Tempranillo, 22 % Syrah, 8 % Merlot e 8 % Negral, affinato in legno per 25 mesi in barriques nuove di rovere francese; di colore rosso rubino piuttosto fitto e luminoso, molto intenso nel calice, regala al naso belle note di amarena, mora, rovo, macchia mediterranea, ma anche violetta essiccata, pepe nero e cacao. L’assaggio è gustoso e pieno, avvolgente con tannini fini ed eleganti, solcati da una decisa freschezza e sapidità ben calibrata; strutturato e complesso, si rivela simmetrico con quanto percepito all’olfatto, procedendo verso un finale lungo e persistente.

Leggi anche: Vini francesi: 130 trattamenti chimici


Un vino molto interessante, snello ma profondo, ottimo in tavola con molti piatti  a base di carne.

Leggi anche

Style

Transgender famosi e poco conosciuti

Il termine "transgender" è molto di moda oggi: quale significato, persone classificabili, lista dei più famosi e conosciuti al mondo, nomi non popolari Il termine transgender è diventato di grande moda, spesso se ne sente parlare ma, in effetti, nessuno ha ben chiare le idee dato che anche nella lingua italiana sono differenti i significati del termine a seconda del contesto in cui si utilizza la parola. Per quanto concerne la sua origine etimologica, è da ricondursi al movimento LGBT, nato negli USA intorno ai primi anni ‘80, per indicare un movimento di stampo politico che avversa la logica eterosessista Leggi tutto

1 Trackback & Pingback

  1. Dehesa Valquejigoso 2010, ValquejigosoChe Tipo Di Vino | Che Tipo Di Vino

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*