Deiulemar, il sindaco Borriello si sveglia dal letargo: potere delle elezioni

Napoli

Deiulemar, il sindaco Borriello si sveglia dal letargo: potere delle elezioni

20120420-150644.jpg

Torre del Greco (Na) – Sembra essere unanime il coro di no (scontato da tempo) al concordato proposto agli obbligazionisti Deiulemar. I risparmiatori, però, faranno bene a guardarsi le spalle non solo dagli armatori. Il sindaco della cittadina torrese Ciro Borriello sembra essersi svegliato dal letargo con tempismo sospetto, essendo in piena campagna elettorale, «La politica non deve restare a guardare perché la vicenda rischia di distruggere l’intera economia della nostra città». Parole che sanno di presa in giro, considerato che in tanti, a cominciare dalla politica, sono rimasti a guardare per tanto, troppo tempo. Così come ha il sapore dell’opportunismo l’incontro che si terrà tra Francesco Nitto Palma, commissario regionale del Pdl e i vertici della Deiulemar. Palma sarà in città per la campagna elettorale del sindaco, l’incontro dunque sembra essere più un’opera di propaganda che altro. Un incontro che si sarebbe potuto e si sarebbe dovuto fare molto prima. I tempi però, non erano maturi, mancava troppo tempo alle elezioni e qualche elettore distratto avrebbe potuto dimenticare l’impegno profuso per risolvere la situazione da parte del sindaco. Il caso Deiulemar, sembra essere il fulcro sul quale si poggia la campagna elettorale di Borriello, entrata ormai nel vivo. Risulta alquanto strano, notare sul sito del comune due comunicati identici al 95%. Un goffo stratagemma per cercare di evidenziare l’impegno del sindaco che ,però, non si preoccupa neanche di scrivere un nuovo comunicato, preferendo ripetere in data 14 aprile 2012 le stesse parole dette nel comunicato del 21 febbraio 2012. Parole spacciate per un nuovo intervento, un nuovo impegno. La vicenda Deiulemar non può, né dev’essere strumentalizzata, la politica deve sì intervenire ma, come fronte comune, senza bandiere di partito.

20120420-150707.jpg

20120420-150732.jpg

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...