Delegazione del Governo della Malesia incontra l’industria del legno cuneese

Attualità

Delegazione del Governo della Malesia incontra l’industria del legno cuneese

Giorni fa presso il Castello di Carrù, sede della Banca Alpi Marittime, in provincia di Cuneo, una delegazione del Governo della Malesia capeggiata dal Deputy Minister of Plantation Industries and Commodities (Mpic), Dato’ Hamazah Zainuddin e dal direttore generale del Malaysian Timber Industry Board (Mtib), Jalaluddin bin Harun, ha incontrato un gruppo di imprenditori associati a Confindustria Cuneo dei settori legno, derivati e biomasse, per sondare la possibilità di partnership sull’utilizzo industriale dell’enorme patrimonio forestale del Paese asiatico, secondo produttore al mondo di l’Caucciù. L’incontro è stato organizzato da Silvateam spa, che ha colto l’occasione per presentare l’accordo siglato tra il gruppo industriale, che ha il suo quartier generale a San Michele Mondovì, ed il Mtib, soggetto governativo malesiano che si occupa di forestazione.
“Da tempo i rappresentanti del Governo della Malesia manifestano un significativo interesse nei confronti del nostro gruppo – spiega Alessandro Battaglia, amministratore delegato di Silvateam spa – ai fini di sondare l’eventualità di un utilizzo industriale della corteccia di Acacia Mangium, specie presente in grande quantità in Malesia, dalla cui corteccia per lo più inutilizzata si può estrarre un tannino vegetale di qualità.

A tal fine, il Memorandum of understanding che abbiamo firmato il 12 gennaio scorso con la divisione del governo malese che si occupa di forestazione, si propone proprio di promuovere la cooperazione tra i due soggetti, selezionare le best practices e le migliori macchine disponibili sul mercato per la raccolta della corteccia, valutare la quantità di corteccia disponibile, i processi produttivi più ecologici per l’estrazione del tannino e realizzare un business plan”.
Silvateam è un gruppo italiano con oltre 150 anni di storia, attivo principalmente nella produzione e commercializzazione di prodotti chimici per uso conciario, che nell’ultimo decennio ha modificato significativamente la propria fisionomia realizzando un processo di diversificazione e internazionalizzazione che lo ha portato ad affiancare alle attività core i business energetico e alimentare umano (food) e alimentare animale (feed). Il gruppo vanta una posizione di leadership nel mercato dei prodotti chimici per la concia, ed è leader mondiale nel segmento degli estratti vegetali, con una quota di mercato globale del 35%. Attualmente il gruppo estrae tannino vegetale già dal Castagno nello stabilimento di San Michele Mondovì, dal Quebracho in Argentina e dalla Tara in Perù.

Silvateam ha chiuso il 2010 (non ci sono ancora i dati ufficiali 2011) con un bilancio consolidato di 122 milioni di euro, un Mol (Margine operativo lordo) di 21 milioni e un patrimonio netto di 44. Il gruppo dà lavoro a 900 persone, di cui circa la metà in Italia, e conta 20 mila clienti in 60 Paesi del mondo. Alla holding fanno capo circa una quindicina di società. Cinque gli stabilimenti produttivi, di cui 2 in Sud America e 3 in Italia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche