Delinquenza giovanile: le teorie di riabilitazione

Infanzia

Delinquenza giovanile: le teorie di riabilitazione

Esistono tre teorie principali del processo sociale che tentano di avvicinarsi alla riabilitazione del delinquente.

La teoria dell’autocontrollo afferma che tutto il comportamento criminale deriva dall’insufficiente autocontrollo, quindi la risposta è instillare quel valore e i comportamenti correlati nell’individuo.

La teoria dell’etichettatura suggerisce che un delinquente ha più probabilità di impegnarsi nel comportamento criminale, se crede che la società lo abbia etichettato come un criminale. Ciò può essere evitato rimuovendo quell’immagine che ha di sé l’ex delinquente.

Infine la teoria della neutralizzazione punta sul bloccare e neutralizzare i sensi di colpa degli individui. La capacità di quest’ultima è una componente chiave per aiutare i criminali a respingere la vergogna o ad affrontare le conseguenze emotive delle loro azioni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche