Delitto Via Poma, assolto Busco in Cassazione

Cronaca

Delitto Via Poma, assolto Busco in Cassazione

RanieroBusco_01

L’omicida di Simonetta Cesaroni, la donna uccisa nell’ufficio in cui lavorava ventiquattro anni fa (il 7 Agosto 1990) in Via Poma non ha ancora un volto. La Corte di Cassazione, in secondo grado, ha confermato l’assoluzione nei confronti di Raniero Busco, ex fidanzato della Cesaroni. Per l’uomo è la fine dell’incubo, per la famiglia Cesaroni la delusione di non avere giustizia per l’assurda fine della loro amata Simonetta.

I legali della famiglia Cesaroni sono infatti convinti che invece sussistano elementi importanti contro Brusco. Familiari e amici di quest’ultimo hanno festeggiato il verdetto della Suprema Corte. In primo grado l’uomo era stato condannato a ventiquattro anni di reclusione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche