Deltitnu di Alessandro Sau in Mediateca dal 3 al 14 luglio COMMENTA  

Deltitnu di Alessandro Sau in Mediateca dal 3 al 14 luglio COMMENTA  

“Deltitnu è un progetto in divenire che è volto alla creazione di oggetti intellettualmente erotici, la cui perfidia risiede nella fine di ogni rapporto di umano interesse con l’immagine.

Leggi anche: Cagliari: I Musical culturali de La Fabbrica dei Sogni


Ogni oggetto Deltitnu è numerato in serie, titolato, ed esiste unicamente come linguaggio.

Ogni oggetto Deltitnu è un esercizio di giudizio e gusto estetico.

Ogni oggetto Deltitnu, fingendo di essere coinvolto nell’evoluzione progressiva della storia dell’ arte, manifesta il vuoto dell’analogia nel sistema di giudizio dell’opera d’arte utilizzando questo stesso vuoto per esistere e sedurre.” Così Alessandro Sau presenta il suo nuovo lavoro, Deltitnu, capitolo conclusivo dell’iniziativa “Appuntamenti con l’arte in biblioteca”rassegna di mostre organizzata dall’associazione culturale Hermaea Archeologia e Arte. Un’ immensa ed unica tela 3mx2m in esposizione dal 3 al 14 luglio presso la Mediateca del Mediterraneo. La mostra sarà visitabile gratuitamente dal martedì al sabato, dalle ore 9:00 alle ore 20:00.

Leggi anche: 10 novembre 2008 sciopero nazionale di 24 ore

Un progetto da ammirare, un lavoro esclusivo in cui l’opera d’arte è la mostra.

Alessandro Sau ha conseguito il diploma di Pittura presso l’ Accademia di Belle Arti di Roma a cui è seguito il biennio specialistico nel dipartimento di Arti ed Antropologia del Sacro presso l’ Accademia di Belle Arti di Milano fino ad arrivare all’MFA presso il Transart Institute – University of Plymouth. Ha lavorato come assistente di studio con l’artista Remo Salvadori. Tante le mostre a cui ha partecipato ed i riconoscimenti tra cui il Premio Francesco Fabbri, dove si è classificato come finalista.


Dopo le esposizioni di Michele Greco e di Lino Fois, mostra ancora in corso, visitabile sino al 30 giugno, si ripete l’ormai consolidata collaborazione tra l’Associazione Culturale Hermaea Archeologia Arte e la Mediateca del Mediterraneo di Cagliari che continuano a dar voce ad arte e cultura dentro le quiete mura bibliotecarie.

L'articolo prosegue subito dopo


Formazione

2010 – 2012

MFA presso il Transart Institute – University of Plymouth

2005 -2008

Biennio specialistico presso il dipartimento di Arti ed Antropologia del Sacro presso

l’ Accademia di Belle Arti di Milano.

2001 – 2005

Diploma di Pittura presso l’ Accademia di Belle Arti di Roma.

 

Esperienza lavorativa

Novembre 2005 – Gennaio 2007

Assistente di studio presso l’artista Remo Salvadori.

Via A. Tadino 46, 20124, Milano

Settembre 2008 – Giugno 2009

Assistente di studio con mansioni di foto-ritocco delle immagini e archiviazione del materiale fotografico presso il fotografo Attilio Maranzano, InBit, Lohmuhlenstr. 65, 12435, Berlino.

 

Premi

2012 Premio Francesco Fabbri, finalista (Villa Brandolini, Pieve di Soligo, Treviso)

2011 The Others, artista segnalato per il Rolling Stone Award da Andrea Bruciati ed Alessandro Facente

(Carceri Le Nuove, Torino)

2010 Borsa di studio assegnata dal Transart Institute

 

Mostre Collettive

2013 Video Art Festival Miden (Kalamata, Grecia)

2013 Empirical Survey on a Heritage, curated by Giusy Sanna, (Lazzaretto, Cagliari)

 

2012 Premio Francesco Fabbri, (Villa Brandolini, Pieve di Soligo, Treviso)

2012 Empirical Survey on a Heritage, curated by Giusy Sanna, (Grimmuseum, Berlin)

2012 Videoholica 2012 – International Video Art Festival 5th Edition (Bulgaria, Varna)

2012 Transformers, curata da Miles Chalcraft and Anette Schäfer, (Atelierhof Kreuzberg, Berlino)

2012 Get Down the Rabbit Hole, Factory-Art Gallery, Berlino

2012 VIDEODROMO REC, Videodromo Atelier Arco Amoroso (Piazza del Plebiscito, Ancona)

Video Relic selezionato da Gabriele Tinti, Allegra Corbo, Mario Gorni, Stefano Franceschetti

2011 The Others,  4>6 Novembre (Carceri Le Nuove, Torino)

2011 Tra Figurativo, Astratto e Nuova Figurazione, curata da Daniele Lastretti, testi di Concettina Ghisu e Massimo Sanna (Museo dell’Arciconfraternita dei Genovesi, Cagliari)

2011 Insieme a te non ci sto più, curata da Luisa Corridori e Claudia Pinna (Villa Sulcis,Carbonia)

2010 Gemine Muse: Strati Urbani, curata da Alessandra Menesini (Ex Palazzo di Città, Cagliari)

 

Mostre Personali

2012 Practice of Resilience, mostra curata da Martina Cavallarin, (scatolabianca, Milano)

2011 The Image as Origin, mostra curata da Corrado Folinea (Museo Apparente, Napoli)

2011 Storia dell’occhio: mostra curata da C. Ghisu e M. Sanna (Museo dell’Arciconfraternita dei Genovesi, Cagliari)

2011 Nachleben: mostra curata da UnderArtstudio, con testi di Concettina Ghisu (Studio Ricetto, Cagliari)

Leggi anche

Cagliari: uccide per frase su facebook
Sardegna

Cagliari: uccide per frase su facebook

Anche una frase scritta su un social come Facebook può scatenare la lite e portare alla morte, come è successo a Cagliari. La storia può sembrare davvero inverosimile, ma è quanto successo a Cagliari tra due uomini, provocando la morte di uno dei due. Alessandro Picci di anni 47 è morto per colpa di un 22enne a causa di una frase scritta su Facebook e che ha scatenato l'ira omicida. I due si conoscevano, sono vicini di casa, e a una frase di Picci relativa a un commento su un post di Aru, quest'ultimo ha deciso di presentarsi sotto casa Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*