Denuncia uno stupro ma viene condannata per frode COMMENTA  

Denuncia uno stupro ma viene condannata per frode COMMENTA  

Ha denunciato di essere stata violentata ma durante le indagini è venuto alla luce qualcosa di diverso. La protagonista della vicenda è Wendy Willson, 62enne inglese che ha denunciato uno stupro dichiarando di essere stata aggredita; sono state avviate le indagini dalle quali è però emerso che la donna avrebbe simulato la violenza per poter in tal modo ricevere i soldi dell’assicurazione; per tale motivo la Willson è stata condannata per frode e sovrà scontare cinque anni in carcere.

Leggi anche: “8” registi contro la povertà del mondo, sconfessati dall’ONU


Il suo racconto non ha convinto gli agenti: la donna ha spiegato di essere stata prima picchiata violentemente con una barra di ferro ed in seguito stuprata da due uomini dell’Est Europa che l’avrebbero anche minacciata con un coltello; ma poco dopo il presunto episodio avrebbe richiesto il risarcimento all’assicurazione che, peraltro, aveva stipulato poco prima dell’aggressione da lei denunciata.

Leggi anche: Chiede l’assicurazione dopo un incidente e gli rompono il naso

Le autorità, insospettite, l’hanno pertanto smascherata ed arrestata.

Leggi anche

incendio-usa
Esteri

Incendio durante rave party in Usa, oltre 30 morti

Un violentissimo incendio è divampato durante un rave party in un capannone nella città californiana di Oakland, Usa. Mentre era in corso la festa le fiamme hanno rapidamente avvolto la struttura provocando la morte di molte persone,  quelle accertate ma con tutta probabilità oltre 30, forse 40, secondo fonti della polizia che ha affermato, 'siamo pronti al terribile scenario di una strage'. Inoltre sono state avviate le indagini per incendio doloso, anche se al momento rimangono aperte tutte le piste, compresa quella dell'incidente e non vi sono indagati certi. Sembra inoltre che nell'edificio non vi fosse alcun impianto antincendio. Quando Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*