Depurazione acque inefficace, rischi per la salute COMMENTA  

Depurazione acque inefficace, rischi per la salute COMMENTA  

depurazione acque

Pubblicato uno studio del Cnr in cui si lancia l’allarme sulla depurazione acque cittadine: i sistemi in uso non sarebbero del tutto efficaci.

Ci sarebbero nuovi micro inquinanti che i sistemi di depurazione acque in uso nelle nostre città non sarebbero in grado di annientare. E’ quanto si afferma in uno studio pubblicato dal Gruppo di Ecologia Microbica dell’Istituto per lo Studio degli Ecosistemi di Verbania Palanca del Cnr.


Inquinanti che i sistemi in uso non riescono a rimuovere

Secondo la pubblicazione, ci sarebbero “geni di resistenza ai metalli pesanti e agli antibiotici che i sistemi di depurazione non riescono a rimuovere, con il rischio che si diffondano nell’ambiente”. Colpa dei “nuovi microinquinanti” che ogni giorno vengono rilasciati in acqua e per i quali non esiste “alcun trattamento specifico” nell’ambito degli impianti di depurazione. Ad esempio, dei “geni di resistenza agli antibiotici di uso comune in medicina umana e veterinaria”. Il rischio potrebbe essere “lo sviluppo di comunità batteriche resistenti in natura, e quindi la permanenza della resistenza per tempi lunghissimi”, con la conseguenza, “in aree antropizzate, di trasmissione della stessa a patogeni umani”.


Lo studio del Cnr dovrebbe, nell’idea dei suoi autori, richiamare l’attenzione su un problema che altri stati dell’Ue stanno già affrontando e “permettere di progettare sistemi di trattamento più efficaci”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*