Destruction: Spiritual genocide, la recensione COMMENTA  

Destruction: Spiritual genocide, la recensione COMMENTA  

Destruction
“Spiritual genocide”
Nuclear Blast
Voto: 7/10

Considerati, a torto, i fratelli sfigati di Kreator e Sodom, i Destruction hanno dimostrato nel corso degli anni di meritarsi lo scettro di re del thrash tedesco insieme alle succitate band.

“Spiritual Genocide” arriva nell’anno del trentennale della loro carriera e non poteva che essere un grande disco. Le canzoni suonano veloci e violente come da manuale del thrash.

Inutile soffermarsi sui singoli brani in quanto si assestano tutti sullo stesso livello. Tanti auguri Destruction e 100 di questi album.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*