Detenuti avvelenati dal massiccio uso di psicofarmaci COMMENTA  

Detenuti avvelenati dal massiccio uso di psicofarmaci COMMENTA  

“Oltre il 40% dei detenuti in attesa di giudizio nelle case circondariali, pari ad oltre 12mila individui e oltre il 10% di detenuti condannati nelle case di reclusione, pari ad ulteriori 3.500-4.000 persone, sono soggetti ad un sorta di ‘contenimento chimico’ nelle carceri italiane, a causa del massiccio uso di psico-farmaci”. Questa la denuncia l’Osapp (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) in un nota a firma del segretario generale Leo Beneduci.


”A leggere la lunghissima lista dei farmaci somministrati in carcere – prosegue il sindacato – c’e’ da rimanere esterrefatti visto che, a parte gli ettolitri di valium, nelle patrie galere si somministra praticamente di tutto, dagli ”antipsicotici’ agli ”ipnotici’, dagli ‘antidepressivi’ agli ‘oppiacei’, dalle ‘benzodiazepine’ agli ‘stabilizzatori dell’umore”’.

”Si tratta, spesso, di farmaci di non facile reperimento all’esterno, – spiega il sindacato – visti gli altissimi rischi di dipendenza e che invece in carcere vengono assunti, su prescrizione del medico dell’istituto e in presenza del personale paramedico e di polizia penitenziaria, quali medicine di ‘contenimento’ in quanto somministrate non secondo tempi e modalita’ indicati dalle case farmaceutiche nel bugiardino, ma solo quando viene effettuato il giro della terapia interno alle sezioni”.

Leggi anche

Salute

Dieta Lemme: quali danni provoca

Dieta Lemme: sconsigliata a chi soffre di problemi al fegato, ai reni, la mancanza totale di sale potrebbe portare ad ipotensione con capogiri, sconsigliata anche alle donne in gravidanza La dieta del Dottor Lemme sta Leggi tutto
About Chiara Cichero 1241 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*