Di Battista (M5S): ‘E’ in atto in Parlamento una compravendita di deputati e senatori, pronta una denuncia’

News

Di Battista (M5S): ‘E’ in atto in Parlamento una compravendita di deputati e senatori, pronta una denuncia’

Alessandro Di Battista, uno dei deputati del M5S col maggior seguito, ha affidato all’Huffington Post un durissimo sfogo su quanto sta avvenendo in Parlamento in questi giorni, lanciando dure accuse contro la presunta ‘campagna acquisti’ che sarebbe in corso in questi giorni da parte di Renzi e della nuova forza politica denominata ‘Ala‘ che fa capo all’ex forzista, Denis Verdini, mirata ad acquisire nuovi parlamentari.

“Ho appena parlato col nostro capogruppo al Senato – ha dichiarato il deputato romano – e ci sono tutti gli estremi per denunciare la compravendita che si sta verificando’.

Il membro del direttorio grillino ha ipotizzato l’esistenza di una regìa più o meno occulta, che sta dando vita ad una attività di compravendita di parlamentari col fine di ingrossare le fila della maggioranza di governo, denunciando una trasmigrazione senza precedenti verso i partiti della maggioranza, dettata da interessi ‘particolari’.

‘E’ il più ampio processo di trasmigrazione di questa legislatura – prosegue Di Battista nell’intervista all’Huffington Post – solo oggi alla Camera sono passati altri tre parlamentari dall’opposizione alla maggioranza, insieme a Verdini. In tutto siamo già a 7. È un fenomeno su cui è lecito avere il sospetto che non si tratti di casi di coscienza’.

Grazie alla ‘trasmigrazione’ denunciata dal M5S, Denis Verdini ha dato vita ad una componente molto nutrita in seno al gruppo misto della Camera, dopo quello già creato al Senato, subito dopo la scissione da Forza Italia.

Ammonta addirittura a 9 l’elenco dei parlamentari colpiti da ‘crisi di coscienza’ che hanno abbandonato il loro partito per confluire nel nuovo soggetto politico che Verdini intenderà porre in essere. Si tratta dei deputati Amoroso, Auricchi, Abrignani, D’Alessandro, Faenzi, Galati, Mottola, Parisi e l’ex ministro Francesco Saverio Romano. Ieri è stata ufficializzata la nascita di “Ala Maie” all’interno del gruppo Misto.

Il tutto starebbe avvenendo sotto gli occhi di Berlusconi, mentre il Cavaliere continua a tacere, quasi come se fosse rassegnato all’emorragia di parlamentari in preda a ‘crisi di coscienza’.

Leggi anche

Loading...