Di che colore tinteggiare le pareti del salotto COMMENTA  

Di che colore tinteggiare le pareti del salotto COMMENTA  

 

Nella personalizzazione degli spazi interni di una casa, la tinteggiatura del salotto è una delle attività più divertenti e coinvolgenti. Tra l’altro è uno degli interventi meno costosi ma sicuramente più efficaci nel dare un tocco di originalità alle mura domestiche. Qui di seguito troverete 12 suggerimenti che vi aiuteranno nella scelta del colore ideale.


1. Quanto è grande la stanza? Colori chiari fanno sembrare gli spazi piccoli più grandi. Mentre tonalità scure rendono gli spazi grandi più accoglienti.

2. C’è una fonte di luce naturale? Il colore della stanza muta a seconda della luce del giorno.


3. Di che colore è il pavimento? Bisogna sempre tenerne conto quando si decide di tinteggiare una stanza, soprattutto in spazi grandi, dove non passa inosservato.


4. Bisogna poi tenere conto dell’arredamento. Di che colore sono gli imbottiti? Come regola, se i tessuti sono di colori neutri, le pareti possono avere tonalità più brillanti. Se invece sono di colori forti, allora la stanza dovrà preferibilmente essere in toni più tenui.

L'articolo prosegue subito dopo


5. Fate un pò di ricerca. Consultate riviste e libri che possano darvi qualche suggerimento sulla ristrutturazione d’interni. Troverete idee interessanti sulle nuove tendenze e sui colori più in voga. Fatene tesoro, ma poi scegliete in base al vostro gusto ed alle vostre esigenze.

6. Date un occhio al vostro guardaroba. Potrebbe rivelarvi le vostre preferenze di colore. Ci sono colori prevalenti tra le vostre cose? Allora sicuramente, questi sono quelli che vi mettono maggiormente a vostro agio e vi fanno sentire bene. Ciascuno di noi associa ai colori particolari significati, così come ai nomi, o altro. E’ giusto  circondarsi di ciò che piace, e se un colore ci dà gioia e piacere, perché non pensare di usarlo anche per il salotto, che  dopotutto è il luogo nel quale condividiamo la maggior parte del nostro tempo con la famiglia e gli amici.

7. A questo punto occorre decidere una famiglia di colore. Le possibilità includono i colori primari: i rossi, blu e gialli. I secondari: verdi,  arancioni e  viola. I neutri: tonalità terra, i grigi, il bianco e il  nero. L’intensità dei primari e dei secondari può essere modificata con l’aggiunta della tonalità più chiara (quella cioè che segue nella scala colore o pantone). Così come con l’aggiunta del bianco o del nero. Le possibilità sono infinite, e praticamente si può ottenere qualunque colore. Una volta che avete deciso da quale famiglia di colore partire, affinate la vostra scelta in base allo spazio che dovete tinteggiare.

8. I colori si distinguono come caldi o freddi, a seconda della posizione in cui si trovano nel pantone. Colori caldi sono ad esempio i rossi, gialli e arancioni, che evocano calore ed energia. I blu, gialli e verdi sono invece i cosidetti colori freddi, che ispirano maggiormente calma e tranquillità.

 9. Se la stanza è piccola, scegliete una tonalità chiara del vostro colore preferito. Se invece lo spazio è grande, potrete optare per una tonalità più scura ed intensa.

10. E’ anche possibile decidere di non usare la stessa tonalità per tutte le pareti. Ad esempio, dando un tono più acceso di giallo su una parete, ed un altro più tenue sulle altre.

 11. Nel definire la giusta tonalità di colore, tenete conto della fonte di luce naturale. Per creare un equilibrio di luci, usate eventualmente una tonalità chiara per la parete con la finestra, ed una scura per la parete di fronte.

12. Un ultimo elemento da considerare, prima della scelta definitiva del colore del salotto, è il soffitto. Solitamente il soffitto è bianco. Nel caso in cui si volesse creare un effetto di continuità, è possibile decidere di ricorrere ad un’altra tonalità dello stesso colore.

Prima di acquistare tutto il colore necessario, fate almeno una prova su una parete, e verificatene l’effetto durante le varie ore del giorno, sia con la luce naturale che artificiale. Se l’esito vi soddisfa, e ritenete di non dover apportare ulteriori modifiche, allora procedete con l’acquisto.  Il vostro salotto sarà proprio come lo volevate!

 

 

Leggi anche

LED
Guide

Lampadine LED: perché comprarle

Tutti i vantaggi derivati dall'installazione di lampadine LED in luogo dell'illuminazione tradizionale. Il termine LED è nient'altro che l'acronimo di Light-Emitting Diodes, e rappresenta una specifica tecnologia di illuminazione, particolarmente innestata in quella scienza relativamente Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*