Di Pietro: “Cara Fornero, la riforma del mercato del lavoro così non va” COMMENTA  

Di Pietro: “Cara Fornero, la riforma del mercato del lavoro così non va” COMMENTA  

Il leader dell’IdV, Antonio Di Pietro, sull’annosa questione della riforma del mercato del lavoro e sull’operato del ministro Elsa Fornero, ha dichiarato: “E così la nostra Madre Badessa ministro Fornero ci dice che anche se non sono d’accordo i contraenti – i lavoratori – la legge di riforma dell’art.

18 si deve fare lo stesso. A tutti noi hanno spiegato a scuola che un rapporto di lavoro è un contratto. Un contratto, per definizione, si fa tra due persone sullo stesso piano, che si rispettano: due persone che si mettono d’accordo.

Quindi ci deve essere un accordo. Signora Madre Badessa, se dice che o si è d’accordo su quel che propone oppure si fa lo stesso come dice lei, allora non si tratta di contratto ma di capestro.

Soprattutto, – e questo lo dico anche ai signori sindacati e anche ai signori politici della pseudomaggioranza che si riuniscono nottetempo per prendersi un bicchierino a palazzo Chigi – non basta che decidiate voi che cosa fare.

L'articolo prosegue subito dopo

Bisogna che i contratti li accettino e li firmino – se sono d’accordo – i diretti interessati. E chi sono i diretti interessati? I lavoratori.Allora qual è la nostra proposta? Che ci sia o non ci sia un accordo tra i partiti, fra i sindacati e gli imprenditori, ci deve essere poi il referendum dei lavoratori. Dicano se gli va bene o no che qualcuno sottoscriva per conto loro questo contratto. Altrimenti non si tratta di un contratto ma della voce del padrone che, destra centro o sinistra, sempre padrone è. Per i lavoratori, se prendono una staffilata da uno con la camicia rossa o con la camicia nera, sempre staffilata è”.
Il video dell’intervento di Antonio Di Pietro è il seguente:

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*