Diamante nero: prezzo al carato

Donna

Diamante nero: prezzo al carato

Potrebbe sembrare il titolo di un film di misteri, invece il diamante nero esiste davvero! Ecco il suo significato e dove acquistarlo.
Se andiamo indietro con il tempo, pochi si ricorderanno del diamante nero, talmente era alto l’interezze per i diamanti bianchi e di conseguenza erano venduti a buon mercato. Ultimamente però, i diamanti neri sono tornati alla ribalta e questo non ha fatto altro che alzare i prezzi, paragonandoli a tutti gli altri.
La prima traccia di questo tipo di diamante, risale al 1750 circa con il “Black Orlov” con taglio a cuscino di circa 67,50 carati e che prese il nome dalla principessa Nadia Vyegin Orlov, sua proprietaria. Pare che questo diamante sia stato prelevato da un tempio nei pressi di Pondicherry, nell’India meridionale.

Il diamante nero è carbone cristallizzato così come quelli bianchi, il loro colore però si deve a delle occlusioni scure o da alcuni cambiamenti sui diamanti bianchi per via di radiazioni o sbalzi termici.

La pietra naturale è molto costosa e per questo motivo può capitare di incorrere in truffe.

E’ molto importante leggere con attenzione che il diamante non sia stato trattato e che abbia la certificazione GIA (Gemological Institute of America).

E’ importante inoltre avere informazioni sul rivenditore dei diamanti consultando forum o effettuando una semplice ricerca sul web.
Il diamante nero senza altre pietre si addice ad una personalità molto forte; se invece volete darvi un tono più soave e poetico, potete combinarlo con dei diamanti bianchi.

Potete acquistare i diamanti neri direttamente su internet, troverete una vasta gamma di pietre con diverse intagliature.
Il prezzo dipende dal taglio che risulta particolarmente difficoltoso, da come viene montato sul gioiello e dalle dimensioni. Per le tariffe in questo periodo, si parla dai 350 ai 400 euro al carato.
Pensate che nel 2001, il diamante nero Amsterdam, è stato battuto all’asta con una somma da capogiro: 352 mila dollari!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche