Dichiarazione di Gianna Gancia sulle tesorerie espropriate degli enti locali

Politica

Dichiarazione di Gianna Gancia sulle tesorerie espropriate degli enti locali

“Liberalizzatori a parole, monopolizzatori nei fatti: come altrimenti definire un governo che espropria comuni e province delle proprie tesorerie convogliandone tutte le risorse nella tesoreria unica centrale? Gli enti hanno dimostrato, negli anni, di saper gestire in autonomia e sul mercato le proprie entrate. Non sarà più così, se sarà approvato l’articolo 35 del DL liberalizzazioni. Lo Stato s’impadronisce della gestione di quasi 10 miliardi di euro oggi nella disponibilità di comuni, province e altri enti. Finisce la stagione del mercato e dell’autonomia, ritorna quella dello statalismo e del centralismo romano. Con la catena dei pagamenti che, manco a dirlo, s’ingesserà ed allungherà ulteriormente. Una catena a cui sarà ancora più impiccata la parte produttiva del Paese… Bell’esempio di liberalizzazione, non c’è che dire.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...