Dieci cose da fare se non ti interessano i Mondiali - Notizie.it

Dieci cose da fare se non ti interessano i Mondiali

Attualità

Dieci cose da fare se non ti interessano i Mondiali

afp83749702206153606_big

Non tutti hanno la passione sfegatata per il calcio e amano restare incollati alla tv a guardare le partite dei Mondiali. Molte persone trascorreranno questo mese dedicato ai Campionati mondiali cercando altre cose da fare, anzi sfruttando a pieno i momenti di solitudine mentre tutti sono intenti a seguire le partite. Ecco un elenco di dieci cosette da fare proprio mentre tutto il resto dell’Italia si ferma in vista delle partite della Nazionale ed è presa dalla “febbre dei Mondiali”

1) Siccome le strade saranno deserte, puoi approfittare a fare qualche giro di pratica con la macchina, se ancora non sei molto esperta;

2) Approfitta delle partite della Nazionale per metterti in viaggio, il traffico sarà nettamente inferiore al solito;

3) Andare a fare la spesa mentre si trasmette la partita dell’Italia è una goduria: puoi goderti il supermercato in tutta tranquillità e non fare alcuna fila alla cassa per pagare;

4) Godersi i programmi televisivi che propongono in alternativa alla partita: potrebbero esserci film interessanti;

5) Full-immersion dall’estetista (per le donne), oppure trattamenti di bellezza fai-da te.

Lui sarà troppo occupato con la partita per accorgersi che sei in bagno da ore;

6) Dedicarsi al giardinaggio nel silenzio più assoluto (a parte qualche boato in occasione dei goal);

7) Andare in palestra, anche qui non ci sarà nessuno, a parte qualcuno come te che ha deciso di fare sport, anziché guardarlo!

8) Provare nuove ricette: nessuno ti mette fretta o controlla il tuo operato, quindi sarai libera anche di fare qualche errore senza che qualcuno se ne accorga e te lo faccia notare;

9) Shopping (per le donne): se riesci a trovare qualche negozio aperto!

10) Mettersi alla finestra durante i rigori e goderti l’assoluta calma (apparente) della città. Se poi sei fortunata, potresti trovare qualche vicino di casa con cui scambiare qualche parola, a patto che non si parli di calcio!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche