Diego Campagna in concerto per la rassegna “Intorno alla chitarra” COMMENTA  

Diego Campagna in concerto per la rassegna “Intorno alla chitarra” COMMENTA  

Alba – Nel 2013 il suo tour a New York tra Manhattan e Long Island, con una prima esecuzione mondiale a lui affidata, lo ha consacrato tra i più importanti chitarristi al mondo della sua generazione; il New York Times ha scritto di lui “Diego Campagna is an excellent guitarist who combines Italian spirit with training from Mozarteum in Salzburg”.
Diego Campagna sarà l’atteso protagonista del concerto di venerdì 10 maggio, alle ore 21, nel coro della Chiesa della Maddalena di Alba, per la rassegna “Intorno alla Chitarra”, organizzata dall’Istituto Musicale “Lodovico Rocca” di Alba sotto la direzione artistica del maestro Ignazio Viola.

Leggi anche: Come aggiustare l’amplificatore della chitarra

Aprirà la serata il trio d’archi degli allievi Alessandro e Francesco Marcarino (violini) e Sara Bonasso (violoncello).

Il Coro si trova nel cortile della Maddalena con ingresso da via Vittorio Emanuele II, 19 ad Alba. L’Ingresso ai concerti è gratuito.

Leggi anche: “Bellimbusti in tour”- Il tour 2010 di Elio e le Storie Tese


L’iniziativa fa parte del calendario della Primavera di Bellezza di Alba (www.comune.alba.cn.it).

www.asamimus.it violaignazio@tiscali.it

Diego Campagna – Incomincia a studiare la chitarra all’età di 8 anni (dopo aver ascoltato un disco dell’ indimenticabile M° A. Segovia) con il M° Carlo Ghersi ed il M° Mario Senise. Dopo il diploma presso il Conservatorio “G.F. Ghedini” di Cuneo sotto la guida del M° Davide Ficco, dal 2003 al 2006 studia come unico italiano ammesso, presso l’ Università “Mozarteum” di Salisburgo graduandosi con il massimo dei voti (“Postgraduate Universitätslehrgang”) con il M° Eliot Fisk (uno fra i più grandi interpreti del nostro tempo e fra le altre cose dedicatario della Sequenza XI per chitarra sola di Luciano Berio), con il quale ha approfondito i fondamenti della tecnica strumentale e definito la propria identità di interprete della letteratura chitarristica. Ha seguito i corsi di perfezionamento di alcuni dei più grandi esponenti mondiali della sei corde: Alirio Diaz, Eliot Fisk, Eduardo Fernadez, Roland Dyens, Benjamin Verdery, Augustin Wiedemann, Ricardo Gallen. Dal 1999 al 2002 si perfeziona anche presso l’ “Accademia italiana di chitarra” di Torino. L’esordio sul palcoscenico avviene all’età di 14 anni presso il teatro dell’opera del Casinò di Sanremo. Da diversi anni svolge un’intensa attività concertistica sia come solista che in formazioni da camera (tra cui spicca il duo con il celebre soprano Mariella Devia, il “Neues Wiener Quartet” di Vienna, in duo con il violinista Fation Hoxholli, con la violoncellista Katharina Gross, la flautista Linda Wetherill) in Italia e all’estero: USA, Austria, Germania, Francia, Svizzera, Croazia, Ungheria, Romania, che lo ha portato ad esibirsi nelle più prestigiose sale d’Europa. Viene regolarmente invitato come giurato in importanti concorsi nazionali ed internazionali, tra i quali spicca il concorso internazionale “Counterpoint” di New York dedicato nel 2012 alle composizioni per chitarra. Tra gennaio e febbraio 2013 il suo tour a New York tra Manhattan e Long Island, con una prima esecuzione mondiale a lui affidata, due recitals (dedicati al repertorio segoviano per chitarra e alla musica dei piu’ importanti compositori italiani del XIX e del XX secolo) ed una masterclass per gli studenti americani, lo ha consacrato tra i piu’ importanti chitarristi al mondo della sua generazione, il NEW YORK TIMES ha scritto di lui “A protègè of Eliot Fisk, Campagna is an excellent guitarist who combines Italian spirit with training from Mozarteum in Salzburg”. All’attività concertistica affianca una fervente attività didattica con numerosi allievi (molti dei quali superano brillantemente gli esami nei Conservatori italiani e ottengono riconoscimenti in importanti concorsi) presso la scuola di musica “G.B. Pergolesi” di Vallecrosia e tiene in agosto un corso di perfezionamento chitarristico in quattro lingue presso il Comune di Badalucco (Imperia). Dal 2006 è l’ ideatore e il Direttore Artistico del “Festival Classico del Ponente Ligure” ad Imperia, di “MusicalMente” Festival della Valle Argentina (Badalucco – Im) e collaboratore artistico di “Paesi in Musica attorno al Pizzo d’Evigno”.

Dicono di lui: “Nonostante la giovane età ha già raggiunto un alto e raffinato livello di preparazione”, LA STAMPA. “Un nome una garanzia” IL TIRRENO. “Un talento puro” LA NAZIONE. “Un musicista dotato di un’intelligenza fuori dal comune”, ELIOT FISK (considerato a livello mondiale tra i più grandi chitarristi viventi, ultimo allievo prediletto di Segovia). “Grazie per la tua immensa musicalità e per la tua arte”, RADOVAN VLATKOVITCH (concertista di livello mondiale, primo corno dei “Berliner Philarmoniker”). “I miei complimenti per la tua grande musicalità, un grande talento”, EDUARDO FERNANDEZ (concertista e docente di livello mondiale). www.facebook.com/pages/Diego-Campagna – www.diegocampagna.com.

L'articolo prosegue subito dopo

PROGRAMMA

L. Milan: “Seis Pavanas”
(1500 – 1561)
– primero y segundo tono
– tercero y quarto tono
– quinto y sexto tono
– septimo y ovtavo tono
– “la bella francesquina” octavo tono
– octavo tono

L. Brouwer: “El Decameron Negro”
(1939)
– El arpa del guerrero
– Huida de los amantes por el valle de los ecos
– Balada de la doncella enamorada

R. Sainz de la Maza: “Petenera”
(1896 – 1981)

M. Castelnuovo – Tedesco: “Tarantella”
(1895 – 1939)

F. Moreno Torroba: “Sonatina”
(1891 – 1982)
– Allegretto
– Andante
– Allegro

M. Reghezza: “Fughetta sulle corde vuote”
(1968)

L. Berio: “Aldo” (trascr. Eliot Fisk)
(1925 – 2003)

A. Lauro: “Tre Valses Venezolani”
(1917 – 1986)
– El Marabino
– El Negrito
– Angostura

R. Dyens: “Tango en Skaï”
(1955) “Fuoco”

Prossimo appuntamento:

Venerdì 17 maggio 2013
DUO SALIN
(Flauto dolce, Chitarra)
Allievo: Ensemble di flauti

Leggi anche

vincita-record-al-casino
Esteri

Vincita record di 43 milioni alle slot, il casinò non paga. Ecco il motivo

Quando ha letto la somma di denaro che aveva vinto alle slot non poteva crederci, ma tutti i sogni che pensava di poter avverare sono svaniti in pochi istanti. E' accaduto in un casinò di New York dove una donna, Katrina Bookman, ha deciso di trascorrere un po' di tempo alle slot machine spendendo qualche dollaro. Improvvisamente però la macchinetta ha annunciato non solo la vittoria ma anche una somma record, pari a ben 43 milioni di dollari. Katrina pensava di aver fatto la vincita più alta della storia e in quel momento, come da lei stessa raccontato e poi Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*