Diete sbagliate per la prova costume COMMENTA  

Diete sbagliate per la prova costume COMMENTA  

prova costume

Arriva puntuale ed inesorabile la prova costume, magari per
quel bikini che lo scorso anno abbiamo acquistato in una boutique che, grazie a
sapienti giochi di specchi inclinati e luci soffuse ci pareva facesse al caso
nostro. E’passato un anno, e quel bikini, che già allora stava bene solo al
manichino in vetrina, non ci rende di buon umore. Sappiamo che lo specchio
dell’armadio sarà inclemente.


Le nostre mamme diranno di stare tranquille, e che con un
mesetto di dieta mediterranea ci tornerà il sorriso e pure una taglia in meno.


Le statistiche ci avvertono invece che proprio i paesi sub
peninsulari, insomma la patria della dieta mediterranea, registrano la maggior
parte di obesi in Italia.


Crollo di un mito? No, e’ il crollo della qualità degli
alimenti cardine di questa dieta: pane, pasta ed olio extravergine d’oliva. La
grande distribuzione ormai offre solo farine bianche talmente raffinate che
hanno perso ogni qualità organolettica e l’olio d’oliva e’ pressurizzato a
caldo, lasciando sul campo il beneficio di contenere acidi grassi monoinsaturi.

L'articolo prosegue subito dopo


Se proprio siete dei carboidrati dipendenti cercate
solo farine rozze, pasta biologica ed oli pressurizzati a

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*