Dieta Sprint: cos'è e come funziona

Dieta Sprint: cos’è e come funziona

Cucina

Dieta Sprint: cos’è e come funziona

Dieta Sprint: cos'è e come funziona
Dieta Sprint: cos'è e come funziona

Scopriamo insieme la Dieta Sprint, perfetta per chi vorrebbe raggiungere il peso forma ideale, ma non vorrebbe rinunciare ai piaceri della tavola.

La Dieta Sprint è pensata e dedicata soprattutto a quelle persone che vorrebbero raggiungere il pesoforma ideale e perfetto, senza però rinunciare ai piaceri della tavola. Nel caso stiate pensando di mettervi a dieta o che, semplicemente, desiderate perdere quei tre, quattro chili di più, ma allo stesso tempo non volete rinunciare troppo alla buona tavola, allora la Dieta Sprint è la dieta giusta per voi. Attenzione! Al fine di ottenere migliori risultati ed anche più durati, da stabilizzare poi con una corretta dieta di mantenimento, che dovrà seguire alla Dieta Sprint, dedicate il giusto tempo ad un regolare esercizio fisico, così da rassodare i muscoli e non rendere molliccia la zona dove un tempo vi era un accumulo di grasso. Il rischio di ogni dieta è, infatti, proprio questo e, per evitare che ciò accada, sarebbe una buona regola quella di rassodare i propri muscoli con un regolare e costante esercizio fisico. Niente paura, però! Se non avete il tempo di andare in palestra, alcuni esercizi per il rassodamento muscolare possono anche essere svolti in casa o, ancora meglio, all’aria aperta.

La Dieta Sprint ha una durata di quindici giorni.

I primi due sono dedicati ad una dieta a base di liquidi, per eliminare scorie e tossine e depurare il proprio organismo. Gli altri sette hanno lo scopo di apportare al proprio organismo almeno mille calorie al giorno, facendo perdere fino a tre, cinque chili in eccesso. Il primo chilo verrà smaltito già nei primi due giorni, con la sola dieta a base di liquidi, e questo vi spronerà a continuare, ma se due giornate di soli liquidi vi sembrano eccessive, e temete di non riuscire a sostenere lo stress, potrete dedicare ad essa una sola giornata ed iniziare la Dieta Sprint già il giorno dopo.

Il risultato raggiunto il primo giorno e quello dei giorni successivi vi incoraggeranno a proseguire il vostro cammino, ma non dimenticate di alternare alla vostra alimentazione anche un esercizio fisico costante e regolare, così da mantenere il risultato raggiunto e rassodare i muscoli, non lasciando alcuna area molliccia sul vostro corpo.

Infine, sappiate che la Dieta Sprint vi renderà più energici e sazi, così da spegnere il senso di fame, anche quella nervosa, e farvi mangiare di meno, ma in maniera corretta.

La Dieta Sprint approva un consumo eccessivo di acqua naturale, per mantenere sempre pulito il proprio organismo, ed un consumo moderato di caffè o tè, da consumare solo a colazione. Lo stesso discorso vale anche per gli zuccheri e i dolci, il cui consumo dovrebbe essere moderato, meglio ancora se assente. Va bene anche il consumo di frutta, ma soprattutto se a metà mattinata, durante la pausa tra un pasto e l’altro. Approvato anche il consumo di yogurt, purché magro ed alla frutta, ed il consumo di verdura fresca, nelle quantità desiderate. Nel caso non amiate molto la frutta, sappiate che questa nella Dieta Sprint non dovrebbe mai mancare, come non dovrebbe mai mancare in un’alimentazione che sia corretta, tuttavia, in alternativa, potreste sostituire la frutta con del frappé alla frutta, soprattutto se preparato in casa e da bere durante la pausa.

Pranzo e cena possono essere invertiti, ma nell’arco della stessa giornata. Infine, non dimenticate di mangiare cinque volte al giorno: colazione, pausa, pranzo, merenda e cena. Fate seguire alla Dieta Sprint anche una Dieta di Mantenimento per stabilizzare i risultati raggiunti.

Superata questa premessa, andiamo a vedere insieme, nel paragrafo che segue, cosa include, nello specifico, il programma della Dieta Sprint.

Dieta Sprint: il Programma

Iniziare il programma dietetico con una dieta a base di liquidi è, forse, la soluzione più geniale perché, a pensarci bene, avere un corpo depurato da scorie e tossine è il punto di partenza per ottenere, a lungo andare, risultati non solo più efficaci, ma anche più duraturi.

Nei primi due giorni di Dieta Sprint, seguite questo programma alimentare:

Colazione: due bicchieri di succo naturale fatto in casa.

Pranzo: due bicchieri di succo di verdura fatto in casa, preferibilmente non salato. Il succo potrebbe contenere carote o pomodoro, purché sia frullato e filtrato e condito con erbe aromatiche.

Cena: due bicchieri di brodo di verdura, preparato in questo modo: fate cuocere in due litri di acqua e per almeno un’ora 3 carote, 3 porri, 2 gambi di bietola, 2 gambi di sedano, 300 gr di piselli ed 1 rametto di erbe aromatiche.

Il brodo sarà pronto quando avrete notato che i due litri di acqua sono scesi ad almeno uno.

Per bere: acqua minerale in quantità desiderata.

Dieta Sprint: il Programma Settimanale

La Dieta Sprint ha una durata di quindici giorni e garantisce la perdita di almeno 4 chili, ma perché il risultato sia effettivo, ogni passo del programma deve essere rispettato. La Dieta Sprint prevede l’assimilazione di 1000 calorie al giorno ed il programma va seguito in questo modo:

Colazione: ne esistono di tre tipi, possono essere scambiate nel modo che più si preferisce, oppure, potreste mangiare tutte le mattine la stessa cosa. La Dieta Sprint ammette per colazione due cucchiai di Muesli mescolato a della frutta di stagione e a dello yogurt magro, ma attenzione a non zuccherare la portata. L’alternativa al Muesli è data da una fetta di pane integrale, preferibilmente tostato, da spalmare con un cucchiaino di burro e miele.

Infine, pane integrale (una sola fetta), da spalmare con un cucchiaino di burro e del formaggio leggero. Per ogni tipologia di colazione scelta, come bevanda, scegliere, a seconda del gusto, del tè o del caffè, preferibilmente senza zucchero e senza latte.

Menù Settimanale

Lunedì

Merenda: un frutto

Pranzo: frittata

Seguite questa ricetta: rosolate in una pentola antiaderente del prosciutto cotto e privo di grasso tagliato a cubetti, una patate lessa e tagliata a fettine, un uovo, un pizzico di sale ed 1 cucchiaino di erbe aromatiche. Lasciate cuocere ancora un po’ e servite caldo.

Spuntino: qualche biscotto

Cena: un insalata verde o, in alternativa, un’insalata di spinaci e funghi, preparata in modo leggero e leggermente salata.

Martedì

Merenda: 1 vasetto di yogurt magro

Pranzo: peperoni con ripieno di patate. Il piatto deve essere assolutamente leggero, per cui evitate condimenti troppo pesanti, ma non fate a meno delle erbe aromatiche, che non fanno ingrassare e servono a rendere il piatto ancora più gustoso.

Spuntino: 1 carota

Cena: una forma di ricotta piccola, accompagnata con del pane integrale e della frutta, preferibilmente di stagione.

Mercoledì

Merenda: 1 frutto di stagione

Pranzo: del petto di pollo in salsa di funghi o, in alternativa, del riso lesso e condito con delle striscette di petto di pollo precedentemente rosolate in padella antiaderente.

Il piatto può essere arricchito con delle erbe aromatiche.

Spuntino: formaggio al limone

Cena: formaggio leggero spalmato su una fetta di pane leggermente tostata. Chiudere la portata con della frutta di stagione.

Giovedì

Merenda: 1 frutto di stagione

Pranzo: una pannocchia di mais preparata seguendo una ricetta leggera ed, in alternativa, arricchita con delle erbe aromatiche, così da rendere il piatto più gustoso.

Spuntino: del formaggio leggero spalmato su una fetta di pane tostato precedentemente unto con della mostarda di senape.

Cena: un bel piatto di insalata greca.

Venerdì

Merenda: 1 tazza di brodo di verdure

Pranzo: un piatto di pasta condito con del sugo al pomodoro. La pasta non deve superare i 40 gr totali.

Spuntino: un frutto esotico

Cena: una fetta di merluzzo lesso o un’insalata di mare

Sabato

Merenda: 1 frutto di stagione

Pranzo: uova al prosciutto. Seguite questa ricetta: Fate rosolare del prosciutto tagliato a striscette in una pentola antiaderente con della margarina leggermente sciolta. Aggiungere 1 fetta di pane integrale tagliata a pezzetti. Amalgamate al composto 1 uovo. Aggiustate di sale e pepe. Lasciate cuocere e servite caldo.

Spuntino: 1 vasetto di yogurt magro

Cena: un filetto di merluzzo o platessa lessi.

Domenica

Merenda: 1 carota a crudo

Pranzo: insalata di patate e spinaci

Spuntino: yogurt magro con pezzi di frutta

Cena: una bistecca alla tartara accompagnata con una fetta di pane integrale.

Lo stesso menù, infine, deve essere seguito anche la settimana successiva. Se non desiderate seguire lo stesso identico menù, potreste variare i giorni secondo il vostro gusto. In generale, è comunque importante che la dieta sia ricca di verdura e frutta fresca di stagione. Se non amate particolarmente la frutta o lo yogurt, potreste sostituire questi alimenti con del frappé alla frutta, purché la frutta sia fresca ed il frappé preparato in casa. Infine, nell’arco della stessa giornata, sentitevi liberi di scambiare la cena con il pranzo (e viceversa) e lo spuntino con la merenda (e viceversa), ma i giorni non devono essere mai scambiati, a meno che non siate giunti alla seconda settimana e potete riscrivere il menù.

Ricordate quanto detto all’inizio del nostro articolo. Prima di iniziare la dieta vera e propria, iniziate una dieta a base di liquidi, la stessa che consigliamo anche noi, da seguire per i primi due giorni, o in una sola giornata, se due giorni vi sembrano eccessivi, così da poter depurare l’organismo da scorie e tossine e far sì che la dieta abbia un risultato concreto ed effettivo.

Per mantenere nel tempo il risultato raggiunto, fate seguire alla Dieta Sprint una Dieta di Mantenimento. Infine, alternate alla dieta un esercizio fisico costante e regolare, di rassodamento muscolare, per evitare la comparsa sul vostro corpo di punti mollici. Se non avete tempo di iscrivervi in palestra, molti degli esercizi mirati al rassodamento muscolare possono essere svolti anche in casa o all’aria aperta. L’importante è che siate pazienti e costanti.

I nostri consigli

La dieta non dieta promuove un nuovo modo di concepire la dieta attraverso un’alimentazione completa e sana. Il volume propone un percorso di quattro fasi da un mese l’una per consolidare la propria dieta grazie a ricette e suggerimenti pratici per tutti i giorni utili a riscoprire i gusti e i sapori del cibo tradizionale.

Il seguente libro illustra diversi modi per perdere peso mangiando ad ogni pasto e considerando le proprie condizioni di salute. La dieta Lemme propone un’alimentazione corretta per fornire le giuste energie all’organismo e favorire il recupero del peso forma grazie ad un programma articolato in due fasi, dimagrante e di mantenimento. Grazie alle diverse ricette disponibili e ai consigli pratici, il libro è considerato uno dei migliori nello studio di un’alimentazione costante e sana.

Il libro La dieta del dottor Mozzi illustra i metodi per avere una buona alimentazione legata al gruppo sanguigno. Attraverso un linguaggio chiaro e semplice, il volume illustra l’importanza di avere un’alimentazione costante e ricca di proprietà in modo tale da apportare energia all’organismo. Per migliorare la salute dell’organismo, il libro è consigliato in quanto propone una dieta ricca di alimenti necessari al proprio corpo.

La dieta per vivere 100 anni è un volume che non illustra solo una dieta per perdere peso, ma propone uno stile di vita per migliorare le performance e allungare l’aspettativa di vita. Infatti, oltre ad illustrare diverse ricette utili a ripristinare il peso forma e stabilizzare il metabolismo, Rosanna Lambertucci fornisce molti consigli per vivere in salute, come svolgere attività fisica e migliorare le tecniche di respirazione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche