Differenza fra cotechino e zampone

Guide

Differenza fra cotechino e zampone

Il cotechino e lo zampone sono senza dubbio i piatti maggiormente legati alle tradizioni del Capodanno insieme alle lenticchie e un buon prosecco.

20081229102756-img53321-864x400_c

La nascita di questi deliziosi insaccati si fa risalire ad un evento storico del XVI secolo quando nel 1511 la città di Modena promise fedeltà alla Repubblica di Venezia che aveva un acceso contrasto con il Papa Giulio II. L’evento suscitò le ire del Papa che inviò immediatamente le sue truppe ad assediare la città. I modenesi dovettero sostenersi con i soli cibi disponibili all’interno della città e così grazie all’ingegno e allo spirito di sopravvivenza decisero di utilizzare l’intero maiale, la carne a pezzi e la pelle, per creare una salsiccia fresca che poteva essere mangiata da tutti. Mentre l’assedio volse al termine e Modena cadde ancora una volta sotto il dominio di Papa Giulio II il cotechino sopravvisse come unico ricordo piacevole dell’assedio. Soltanto nel XVIII secolo la sua fama si diffuse su larga scala diffondendosi in tutta Italia.

cotechino

Cotechino e zampone rappresentano la celebrazione del maiale utilizzando una miscela di carne di maiale macinata, cotiche, lardo e spezie racchiuse nella stessa pelle del maiale.

Lo zampone si differenzia dal cotechino per l’aggiunta degli arti anteriori del maiale e le zampe, da cui il nome zampone. La miscela viene insaccata in un budello naturale fatto dalla pelle del codolo la cui cottura produce una crosta gelatinosa che caratterizza cotechino e zampone da tutti gli altri insaccati.

zampone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Loading...