Dimentica i soldi a casa, uno sconosciuto le paga la spesa: poi muore la sera stessa COMMENTA  

Dimentica i soldi a casa, uno sconosciuto le paga la spesa: poi muore la sera stessa COMMENTA  

Qualche settimana fa Jamie-Lynne Knighten è andata in un supermercato della California per la spesa settimanale. Ma quando alla cassa si è accorta che aveva dimenticato la sua carta di credito a casa ed era rimasta senza contanti, è andata un attimo nel panico. Come pagare quel conto da 200 dollari al Trader Joe di Oceanside? La risposta è arrivata alle sue spalle. “Posso?”  si è sentita dire da una voce maschile. La donna inizialmente si è sentita di rifiutare quell’atto casuale di gentilezza, ma poi ha ceduto alla bontà di quello sconosciuto. “All’inizio pensavo di non aver capito bene, ma aveva detto chiaramente: ‘Posso pagare io i suoi generi alimentari’”. Ha scritto la donna in post su Facebook, in cui ricostruisce la vicenda. “Lo ho ringraziato e gli ho detto di non preoccuparsi, ma lui ha insistito così tanto. Con me avevo mia figlia di 10 mesi che aveva iniziato a piangere. Dietro di noi c’era una fila sempre più lunga” ha ricordato la donna. E così Jamie-Lynne ha accettato. “L’ho ringraziato senza fine tra le lacrime, poi gli ho chiesto come si chiamava e dove lavorasse, prima che ci separassimo”, ha detto Knighten. “Mi ha fatto solo una richiesta: ‘Promettimi di aiutare qualcuno che dovesse trovarsi nella tua stessa situazione’. Naturalmente ho detto di sì”, dice ancora.

Leggi anche: Potenza Picena: mamma di due figli si impicca in soffitta


Quell’uomo si chiama, anzi si chiamava Matthew. E’ morto quella stessa sera, dopo aver compiuto il gesto tanto caritatevole. Aveva 28 anni. Jamie-Lynne, una settimana  dopo i fatti del supermercato, ha deciso di chiamare alla azienda dove l’uomo lavorava per parlare con il suo capo e fargli sapere che incredibile dipendente avesse a disposizione. Voleva conoscere il cognome di Matthew per mandargli una cartolina di ringraziamento ed un regalo. “Ho sentito subito piangere all’altro capo del telefono e il mio cuore è come affondato … Ho subito capito che era successo qualcosa”, dice la donna. Matthew è stato ucciso in un incidente stradale neanche 24 ore dopo il loro incontro al supermarket. “Non riesco ancora a crederci. Ero certa che avrei avuto di nuova la possibilità di vederlo, dargli un abbraccio e ringraziarlo di nuovo di persona. Non avrò questa possibilità, ma soprattutto nessun altro avranno la possibilità di conoscere una persona così buona. Mi si spezza il cuore” dice affranta la ragazza.

Leggi anche: Giallo di Foggia: ritrovato cadavere di donna carbonizzato


Dopo aver saputo della vicenda, la madre di Matthew ha voluto ricordare il figlio scomparso. “La storia di questa donna fa capire perfettamente che persona era mio figlio” ha detto.

“Amava essere gentile con tutti. Era solo un ragazzo speciale. Così carino, così intelligente. Ora io mi chiedo perché è successa questa cosa e non so darmi una spiegazione”.

Leggi anche

Kenya: esplode un camion infiammabile, 33 persone arse vive
Attualità

Kenya: esplode un camion infiammabile, 33 persone arse vive

Trentatré le persone che sono morte nella notte di ieri,  Sabato. Un  camion che trasportava sostanze infiammabili ha sbattuto su diversi veicoli prima di scoppiare in fiamme.  L'esplosione è avvenuta vicino Karai, proprio  sulla Nairobi-Naivasha Highway. Sembrava che i morti fossero quaranta maa poi hanno confermato 33 decessi.  Due sopravvissuti dell'incidente sono stati portati all'ospedale di Nairobi; uno nel reparto di terapia intensiva (ICU) e mentre l'altro pare che sia già in condizioni stabili. I testimoni sul posto ha raccontato che  il conducente  del camion ha perso evidentemente il controllo ed ha colpito l'altro veicolo che ha creato la catena di Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*