Dimissioni per giusta causa: quando presentarle

Lavoro

Dimissioni per giusta causa: quando presentarle

dimissioni per giusta causa

Dimissioni per giusta causa: quando presentarle, e come? Ecco motivazioni e procedimento per poter decidere con calma e sicurezza.

È molto difficile compiere il passo e presentare le dimissioni, soprattutto se siamo in una situazione di incertezza economica e non abbiamo ancora grande esperienza nel mondo del lavoro. Ci sono però delle considerazioni da fare per aiutarci nel presentare le dimissioni.

Dimissioni per giusta causa: mancato pagamento stipendio

Soprattutto tra i giovani alla prima esperienza lavorativa, ci sono un sacco di persone che si trovano nella situazione di non aver ricevuto il primo stipendio e che considerano la possibilità di presentare dimissioni per giusta causa. È purtroppo un problema comune, ed è assolutamente un diritto del lavoratore presentare le dimissioni.

Ricordiamo che la presentazione delle dimissioni rescinde immediatamente il rapporto di lavoro, e che il lavoratore ha comunque diritto ad essere pagato per i giorni in cui non ha lavorato tra i giorni di preavviso e il licenziamento.

Il procedimento per presentare le dimissioni è oggi un po’ più complicato rispetto al passato, per evitare che il datore di lavoro ne approfitti con prepotenze come le dimissioni in bianco o il trasferimento del lavoratore a un’altra azienda.

Bisogna presentarle solo e unicamente per via telematica, tramite un modulo scaricabile sul sito del Ministero del Lavoro.

Se il modulo non presenta il campo Giusta Causa, è necessario mandare una lettera al datore di lavoro in cui vengono specificati i motivi per le dimissioni. È sempre consigliabile consultare un avvocato per essere sicuri di avere tutte le carte in regola.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche