Dimmi cosa ascolti e ti dirò cosa pensi COMMENTA  

Dimmi cosa ascolti e ti dirò cosa pensi COMMENTA  

La musica che ascolti non è utile solo a comprendere che gusti hai ma anche a capire chi sei e cosa pensi. A sostenerlo lo studio di alcuni psicologi dell’università di Cambridge, secondo cui la musica ascoltata da un individuo consente di capire se sia empatico o analitico. 

Questa scoperta aiuterebbe le grandi aziende com Spotify o il nuovo Apple Music a suggerire l’ascolto di brani adatti ad ogni utente. Secondo i ricercatori i gusti non dipenderebbero né dall’età né dalla personalità, e avrebbero scoperto ciò prendendo in esame 4 mila persone reclutate con l’applicazione “myPersonality” di Facebook, sottoponendo i partecipanti ad un questionario psicologico.


In una seconda fase è stato chiesto di ascoltare e dare un voto a 50 brani musicali di 26 generi diversi. E’ così venuto fuori che chi ha ottenuto punteggi alti sull’empatia ha mostrato una predilezione per le sonorità morbide del soft rock e per generi quali il country o il folk.


Per gli analitici, invece, le preferenze si sono rivolte verso generi come il punk e l’heavy metal e verso quella con un alto livello di profondità cerebrale e di complessità, come la classica o il jazz d’avanguardia. 

Presupponendo che i gusti musicali possono variare nel corso della vita o anche in base allo stato d’animo, per gli psicologi comunque un empatico preferirà sempre il jazz della Holiday o della Jones a quello di Ornette Coleman. 

“La musica è espressione di ciò che siamo emotivamente, socialmente e cognitivamente. È uno specchio del sé”, dice Jason Rentfrow uno degli autori dello studio.


D’altra parte tutto ciò può tornare utile alle case discografiche. Secondo il dottorando in psicologia e jazzista David Greenberg, “vengono investiti un sacco di soldi in algoritmi che scelgono la musica che potrebbe piacerci, ad esempio su Spotify e Apple Music.

L'articolo prosegue subito dopo

Conoscendo lo stile di pensiero di un individuo, in futuro questi servizi potrebbero dare consigli personalizzati”.

Leggi anche

1 Trackback & Pingback

  1. Dimmi cosa ascolti e ti dirò cosa pensi | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*