Disinstalla un’app e viene licenziata

Style

Disinstalla un’app e viene licenziata

Ha perso un super lavoro che le consentiva di guadagnare ben 7250 dollari al mese solo per aver disinstallato un’applicazione. E’ accaduto a Los Angeles, dove Myrna Arias ha denunciato di essere stata ingiustamente licenziata, dopo aver eliminato dallo smartphone un’app usata dal suo capo per controllarla costantemente, 24 ore su 24. La donna ha anche sporto denuncia contro la società per la quale lavorava, con l’accusa di violazione della privacy. Stando a quanto raccontato da Myrna, il suo datore di lavoro l’aveva obbligata ad avere il cellulare sempre con sè.

Interpellato dalle autorità, l’uomo ha confermato di averlo fatto, vantandosi della rapidità con la quale riusciva ad individuare i suoi dipendenti in qualunque momento della giornata. Ciò che non andava a genio alla donna era il fatto di essere controllata e tracciata anche al di fuori del lavoro, nel suo tempo libero.

Ma le era stato intimato di evitare di sporgere denuncia, poichè avrebbe rischiato di perdere un posto di lavoro ben retribuito, cosa effettivamente avvenuta.

Ma Myrna non ci sta e oltre alla denuncia ha chiesto l’erogazione di un rimborso pari a mezzo milione di dollari. L’app in questione si chiama Xora Street Mart, è stata realizzata da un’azienda chiamata Click Software che ha sottolineato di averla ideata solo ed esclusivamente perchè i dipendenti che lavorano lontano dall’ufficio possano essere controllati dai loro capi in orario di lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche