Dismenorrea membranosa : cause e sintomi

Salute

Dismenorrea membranosa : cause e sintomi

Dismenorrea membranosa : cause e sintomi
Dismenorrea membranosa : cause e sintomi

Nei primi giorni del ciclo, molte donne provano dolori forti all'addome e basso ventre. Questa situazione viene chiamata dismenorrea membranosa

Al giorno d’oggi, tante sono le donne che vivono i primi giorni del ciclo come una sofferenza unica, impedendo di svolgere la loro normale attività quotidiana. Questo sintomo viene chiamata Dismenorrea Membranosa.

Altera il ciclo mestruale, intensificando il dolore nella zona locale, rispetto alla soglia di dolore comune e frequente in ognuna di noi.

Questa sindrome è presente nel 50% delle donne fertili e vengono interessate da giovani fanciulle al di sotto dei 20 anni, abbondando anche il flusso mestruale e con irregolarità.

Le cause più comuni sono determinate da scompensi ormonali, ovvero quando i livelli di prostaglandine, vasopressina e leucotrieni sono alquanto alte.

La prima infatti sono acidi grassi insaturi, presenti in tutti i liquidi del corpo e nei suoi tessuti con azioni multifattoriali.

La vasopressina invece viene prodotta dall’ipofisi ed è un ormone antidiuretico, ovvero assorbe i liquidi a livello renale, provocando dei dolori all’altezza dell’uterino.

Ed infine troviamo le leucotrieni invece sono prodotti dall’endometrio e ne provocano la contrattura del miometrio, ovvero crampi e dolori.

Il dolore mestruale viene così provocata da crampi molto dolorosi che interessano la zona pelvica e lombare, espandendosi poi sui muscoli delle cosce e della schiena, provocando cosi mal di testa, nausea, menorragia e malessere generale.

Prima di sottoporsi ad alcune terapie, è meglio prima affrontare qualche esame ormonale dell’ovaio e dell’ipofisi e solo dopo si ha la possibilità di assumere vari analgesici che possono ridurre i dolori e i sintomi ad livelli più che accettabili.

Esistono tuttavia vari rimedi omeopatici o anche i carissimi vecchi rimedi della nonna come la borsa dell’acqua calda, tisane al finocchio ed altro ancora.

Alcuni consigliano anche di mangiare cibi salutari ricchi di magnesio che permette di non soffrire di crampi.

Anche il consumo costante della frutta aiuta a tenere sotto controllo il dolore mestruale, grazie alla vitamina C.

Prima di imbottirvi di farmaci, provate a fare una dieta bilanciata per questo scopo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...