Dismenorrea primaria: cos’è

Salute

Dismenorrea primaria: cos’è

In cosa consiste la dismenorrea primaria

Può trattarsi di un disturbo temporaneo oppure presentarsi ogni qual volta che arriva il ciclo mestruale: la dismenorrea può essere primaria o secondaria: ecco in cosa consiste.

La dismenorrea è il tipico dolore addominale legato al ciclo mestruale: può essere di due tipi a seconda della sua durata.

Molte donne, ogni mese, in corrispondenza del ciclo mestruale, provano un dolore più o meno intenso localizzato all’addome, accompagnato da altri sintomi minori e un senso di stanchezza e malessere diffuso. La dismenorrea è in pratica il dolore che compare durante le mestruazioni, e ne esistono di due tipi: primaria e secondaria. Quella primaria si manifesta nel primo anno a partire dalla comparsa delle mestruazioni, mentre la secondaria può fare capolino in qualsiasi momento, dal primo anno di comparsa del ciclo mestruale in poi. Sono gli ormoni i principali responsabili della dismenorrea primaria, purtroppo molto comune tra le donne in età fertile. Questo tipo di disturbo in genere dura soltanto qualche mese dopo la prima mestruazione, ed è causato dagli squilibri ormonali.

Quando il dolore all’addome si protrae anche in seguito, comparendo anche dopo il primo anno di mestruazioni, si tratta di dismenorrea secondaria. Se la dismenorrea primaria si manifesta con un dolore intenso e insopportabile, è bene rivolgersi al medico per sapere quali sono i metodi naturali o la terapia migliore per alleviarlo. Mentre in caso di dismenorrea primaria i sintomi durano soltanto qualche giorno, se si tratta di dismenorrea secondaria questi tendono a protrarsi più a lungo.

In caso di dismenorrea secondaria è consigliabile indagare sulle eventuali cause dei forti dolori del ciclo mestruale: potrebbe trattarsi anche di endometriosi, una patologia piuttosto seria che può interessare le ovaie oppure le tube. Quando la dismenorrea è primaria, oltre a fare ricorso ad analgesici e antidolorifici adatti a tale circostanza, si può chiedere al medico di utilizzare la pillola anticoncezionale al fine di riequilibrare gli ormoni.

Ci sono anche altri rimedi naturali, come il magnesio o le tisane a base di calendula, che servono a contrastare i dolori e gli altri fastidiosi sintomi legati al ciclo mestruale. Sono efficaci anche le cure omeopatiche (da seguire dietro stretto controllo medico).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...