Disoccupazione: a marzo risale all’11.7% ma c’è più lavoro per i giovani

Economia

Disoccupazione: a marzo risale all’11.7% ma c’è più lavoro per i giovani

disoccupazione
disoccupazione

I disoccupati in Italia sono risultati all'11,7%, in aumento di 0,1 punti su febbraio. Un effetto dovuto soprattutto al calo degli inattivi. Tra i ragazzi il tasso è sceso al 34,7%, sale quello degli over 50

Tempo di bilanci e l’Istat fa sapere che a marzo la disoccupazione è salita all’11.7 percento, contro una media degli altri paesi dell’Eurozona del 9,5 percento. In aumento di 0,1 punti rispetto a febbraio e di 0,2 punti rispetto a marzo 2016. Quello italiano è il quarto dato più alto dopo quelli di Grecia, Spagna (18,2%) e Cipro (12,5%).

Nel dettaglio: i disoccupati, nel mese di marzo, sono saliti quota 3,022 milioni: 41mila persone in più rispetto a febbraio e 88mila rispetto a marzo 2016. Questo dato è legato principalmente al calo dell’inattività (-0,1 punti). A marzo, il dato era al 34,7%, nello specifico significa che più persone hanno cercato lavoro, ma non tutte sono state assorbite dalle imprese italiane, e molti hanno smesso di cercarlo perché non riescono a trovarlo. Tra gli occupati, invece, si segnala un leggero calo della presenza femminile, circa 7mila persone.

Disoccupazione giovanile

L’aspetto che in questi giorni tiene banco nei vari dibattiti riguarda la disoccupazione giovanile, i ragazzi dai 24 ai 35 anni.

In questo caso, però, abbiamo notizie molto positive: la percentuale di giovani senza lavoro è stata del 34,1 percento. Mai così bassa in 5 anni. Per trovare un dato così minore bisogna risalire a febbraio 2012, quando la disoccupazione era al 33,4%. In questa fascia d’età inoltre, si rileva una crescita del tasso d’occupazione che tocca a marzo il 17,2%, in aumento dello 0,4% su febbraio (+24.000 unità)e dello 0,8% su marzo 2016 (+42.000 unità). In numeri: i ragazzi occupati totali a marzo erano 22.870.000, diminuiti di 7.000 unità su febbraio e aumentati di 213.000 unità su marzo 2016. Sono in aumento anche i giovani under 25, che sempre nel mese di marzo sono 1.013.000 (+24.000 su febbraio +42.000 su marzo 2016).

Disoccupazione over 50

In totale contrapposizione con il trend giovanile, l’Istat segnala che gli over 50 in cerca di lavoro sono saliti a 567mila, 59mila in più rispetto a febbraio e 103.000 in più rispetto a marzo 2016.

Il numero di disoccupati in questa fascia di età è ai massimi rispetto al 2004 e supera quello dei disoccupati tra i 15 e i 24 anni (524.000). Il tasso di disoccupazione è inoltre salito al 6,9% per la fascia tra i 50 e i 64 anni.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*