Divieto di fumo aumenta lo sbiancamento dei denti

Wellness

Divieto di fumo aumenta lo sbiancamento dei denti

Il numero di persone con i denti sbiancati è aumentato da quando il divieto di fumo entrato in vigore, hanno mostrato le cifre.
La British Academy of Cosmetic Dentistry (BACD) ha detto che vi era stato un “notevole aumento” della domanda di trattamenti sbiancanti da quando il divieto è stato introdotto.

I membri del consiglio BACD hanno riferito l’ascesa, con alcune pratiche che vedono il numero di persone che optano per i trattamenti sopra il 40 per cento. In media, gli intervistati hanno notato un aumento del 12 per cento.
Lo sbiancamento dei denti è il trattamento più popolare di odontoiatria estetica, seguito da otturazioni bianche, faccette, corone e ponti.

Christopher Orr, un dentista e presidente della BACD, ha dichiarato: “Sembra che la gente fuma di meno ora a causa del divieto, quindi non è una sorpresa che molti vorrebbero un sorriso migliore.
“Una volta che si riduce o addirittura interrompe il consumo di sigarette, la gente nota i danni visibili sui denti e per la prima volta si sentono abbastanza sicuri di fare qualcosa al riguardo.

“I pazienti si rendono anche conto che i risparmi sui costi di smettere di fumare significa che possono concedersi una procedura di cosmetici, che offre anche un effetto anti-invecchiamento”.
Una precedente indagine BACD ha scoperto che quattro persone su cinque non erano contente con i loro sorrisi e fino a un quinto ha nascosto i denti nelle foto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche